Feb 7, 2013

Posted | 10 Comments

Una famiglia in Italia – di Michele Furci

Una famiglia in Italia – di Michele Furci

Una famiglia in Italia

di Michele Furci

Con lo spirito di emigrante mi sono avvicinato ad una famiglia singalese la quale aveva destato in me un forte interesse nel conoscerla. Il loro sorriso e la loro gentilezza mi hanno accolto facilitandomi il compito che mi ero prefisso. Il reportage sulla famiglia Hetti Arachchige vuole raccontare i loro momenti di vita comune in una cittadina del centro Italia. Lalith, Ayomi, Nethmi, Sithmi e Thilina attendono con pazienza la cittadinanza italiana. Da buddhisti non disdegnano di entrare nei templi cristiani per poter respirare un po di spiritualità. Nel frattempo ci regalano i loro sorrisi e la loro serenità nell’affrontare il quotidiano.

 

  1. Il Direttore says:

    “Una famiglia in Italia” di Michele Furci è un’opera narrativa tematica, ovvero la visione soggettiva di un determinato tema. Il linguaggio fotografico dell’autore è maturo nel saper narrare con la sequenza di immagini. Infatti i componenti della famiglia vengono raccontati con una buona profondità e diventano i “segmenti tematici” che compongono l’ampio racconto, alcuni di questi segmenti sono più ampi di altri dando in tal modo maggiore peso al personaggio. La cura dei tagli, lo sfocato e le riprese, raramente dirette ed esaustive, studiano i soggetti da tanti punti di vista, frammento per frammento, arricchendo in noi una gamma di indizi che ci consente di immaginare la condizione di vita, e a volte anche gli stati d’animo. I suoi scatti fermano sempre il tempo, perfezionandosi in una composizione sicuramente di buona estetica ma ancor più tendente a rappresentare un significato attraverso i segni messi in gioco.
    Michiele Furci ama sia la visione orizzontale che verticale, e questo è un dono! Ma la combinazione orizzontale e verticale nella sequenza deve trovare anche un ritmo significante per poter trasmettere il dominio progettuale dell’opera che, unico aspetto debole dell’opera, in questo portfolio è stato penalizzato.

    • Grazie Direttore per la lettura data al mio portfolio. Sono contento sia per quanto riguarda i suoi lusinghieri apprezzamenti che per le sacrosante critiche costruttive.
      Grazie!
      Michele Furci

  2. Mi piacciono molto i tagli che hai scelto

  3. Franca Catellani says:

    Dalle immagini esposte trapela una certa tranquillità e una serenità della famiglia singalese.
    Una integrazione riuscita? i forti legami della famiglia nel quotidiano e nella distribuzione dei compiti, il rapporto dei bambini con gli amici e la scuola, la rappresentazione dei luoghi di lavoro del padre ,le immagini mi sembra che sottolineano molto bene la felicità di questi immigrati a diventare Italiani.

    • Tutto quello che tu dici lo posso confermare. Ho avuto modo di conoscere la famiglia in maniera più approfondita anche dopo le sessioni di scatto. Sono molto belli nel loro modo di vivere. Sono molto più italiani di molti italiani.
      Grazie per i complimenti
      Michele Furci

  4. Alfio Bottino says:

    Un lavoro che non ha bisogno di commenti ….. bellissimo
    Alfio Bottino

  5. Luca Del Pivo says:

    Complimenti a Michele Furci per aver trattato una problematica italiana attuale, l’inserimento di una famiglia straniera nella società, riportandoci immagini quotidiane/semplici ma ricche di contenuti.
    I tagli di alcune immagini sono veramente gradevoli incuriosendo ed avvicinando ulteriormente l’osservatore alla vita di questa famiglia. Forse ci sono alcune ripetizioni e cambi di prospettiva nelle immagini che disperdono un po’ l’attenzione indebolendo,di tanto in tanto, il tema trattato.

    • Sono molto contento per aver ricevuto i vostri commenti. Per i complimenti non mi resta che dirvi grazie. Per le critiche devo fare altrettanto. Grazie per aver confermato i miei dubbi e le mie perplessità in merito al mio portfolio. Posso confermare che, forse a causa della mia inesperienza, non sono stato attento all’intero progetto. E’ vero che il tempo che ho avuto a disposizione per la realizzazione del portfolio ma questo non può giustificarne le imprecisioni.
      Grazie a tutti
      Michele Furci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.