Mag 28, 2015

Posted | 1 Comment

FotoArte 2015 – di Raimondo Musolino

FotoArte 2015 – di Raimondo Musolino

FotoArte, 2015 – di Raimondo Musolino

Ideare, progettare e programmare un evento

 

Nel 2004 a distanza di dodici anni dalla fondazione del Circolo Fotografico “Il Castello” di Taranto, ho sentito l’esigenza, come presidente, di fare qualcosa per il territorio che desse la possibilità agli appassionati di fotografia di vedere, informarsi e formarsi attraverso una serie di eventi.

Cosi nacque il progetto “FotoArte – la fotografia in città”, un evento che portò la fotografia fuori dai siti istituzionali e convenzionali esponendo le immagini nelle vetrine dei negozi e in posti abbandonati. Nel corso degli anni fotografi di fama con le loro opere e le loro esperienze hanno impreziosito il nostro territorio, le nostre passioni e la nostra gente: Gardin, Scianna, Lucas, Pesce, Battaglia, Fontana, Zizola questi i nomi più importanti.

Qualcosa ancora mancava: la possibile condivisione con altre realtà. Pensai quindi di allargare il progetto coinvolgendo altre associazioni. Elaborai l’attuale struttura che con il nome di “FotoArte – la fotografia in Puglia”, assomma altre associazioni-circoli intorno all’idea centrale.

Sperimentazioni nel corso degli anni sono state fatte per raggiungere l’assetto attuale. Sei circoli sparsi tra le province di Taranto, Brindisi e Lecce danno vita oggi a un festival che dura sei settimane e dove, per ogni giorno, ogni circolo realizza e organizza i propri eventi in completa autonomia, ma osservando gli input di scuderia che arrivano dal circolo ideatore che è “Il Castello”. Insomma, ci siamo fatti promotori con la creazione di questo network, di momenti di socialità, di esperienze positive di crescita e interazione.

Però nonostante ogni circolo progettasse per conto proprio, ci doveva essere un momento comune, e decisi di istituire una collettiva dei vari circoli realizzata su un unico tema, quello proposto in questa edizione è “La periferia urbana”, una ricerca sullo spazio urbano che come dice Gabriele Basilico: “… capire come esso funziona è capire come funziona la vita, cosa ci faccio lì concettualmente e quindi ricostruirlo secondo il punto di vista del fotografo”.

FotoArte 2015 è ai blocchi di partenza e coinvolge sei circoli che organizzeranno: il NikonDay, 10 workshop, 12 conferenze, 35 mostre di cui 30 solo a Taranto e la lettura fotografica come tappa di Portfolio Italia. FotoArte diventa un ottimo strumento per realizzare quel turismo fotografico di cui i territori hanno tanto bisogno, difatti migliaia di donne e uomini hanno interagito con FotoArte in questi anni: visitatori curiosi, fotografi professionisti di fama nazionale e internazionale, fotoamatori e appassionati hanno avuto la possibilità di incontrarsi, discutere, imparare.

foto-FontanaTaranto

  1. Il Direttore says:

    L’esperienza di collaborazione tra Circoli fotografici che ha portato a FotoArte 2015 è davvero un bel esempio di come oggi si possa “ideare, progettare e programmare un evento” di cultura fotografica.
    Raimondo Musolino è stato il sensibile operatore che negli anni ha ideato questa formula originalissima che pone in evidenza anche il singolo Circolo nel condurre delle attività che insieme danno forma all’evento FotoArte 2015.
    La collaborazione tra i Circoli è un aspetto della vita associativa che si avverte in tutte le regioni italiane perché storicamente ogni circolo desidera distinguersi dagli altri, ma ormai il livello degli eventi è diventato talmente alto che non si può raggiungere con le forze del singolo Circolo.
    Occorre capire che oggi ci sono attività che, per proposta culturale e per rapporto col territorio regionale e nazionale, si possono realizzare solo unendo le menti e le forze.
    Lo scorso fine settimana abbiamo celebrato con grande successo di partecipazione il 67° Congresso Nazionale FIAF ad Amantea, abbiamo potuto avvertire le potenzialità delle nostre regioni meridionali e constatato le rinnovate capacità e il grande entusiasmo dei soci FIAF di quelle terre meravigliose.
    Mi fa piacere che questa esperienza di collaborazione tra Circoli venga dal Sud e mi auguro possa attrarre anche autori delle altre regioni.
    Complimenti a Raimondo Musolino per questa bella storia FIAF scritta in Puglia a Taranto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.