Set 21, 2017

Posted | 2 Comments

Origine – di Gaia Patrignani

Origine – di Gaia Patrignani

.

.

.

.

.

.

“…appartengo a quelli che lontano se ne sono andati, ma sempre ritornano, però il seno della terra più non li trattiene, che già li hanno svezzati di fuori.
Partono e continuano eternamente a tornare.”
(da ‘Il paese dei coppoloni’ – Vinicio Capossela)

 

Questa frase non è altro che il preludio alla mia idea.
Ho mutato in immagini quello che cantautori, scrittori e filosofi mi hanno suggerito a parole.
Volevo dare al Capolinea un’uguale importanza a quella che si da ad un inizio.
Un Capolinea che diventa la stessa stazione di Origine, là dove il principio di tutto si rivela.
Il dualismo racchiuso in un’unica tappa. Un duello alla pari tra partenza e rientro.
Il progetto vuole essere un richiamo ai valori per anime distratte.
Incita a scappare e invoca a tornare.
Un processo di equilibrio tra la ricerca del nuovo e il recupero di antiche verità.
La scelta di utilizzare bianco e nero, sagome e pochi altri dettagli deriva dalla voglia di raccontare un grande concetto universale attraverso la semplificazione della composizione.
Un racconto suddivisibile in tre capitoli dove l’inizio, il frattempo e la fine hanno medesima valenza.
Ho voluto fotografare la vita di un uomo senza però svelarne troppo i segreti di “viaggio”.
Le sue motivazioni, scelte, ragioni, i suoi sentimenti o pensieri, non sono descritti a pieno, ma bensì accennati grazie a pochi elementi che ne valorizzano la loro più nuda semplicità.
Utilizzando un metodo espressivo a me nuovo ho cercato di rendere sentimenti come le radici una metafora materica, da toccare con mano.
Istinti invece come fuga e ritorno diventano immagini allegoriche.
L’ anonimato del soggetto è un invito al lettore a rendere proprio il percorso verso la più antica ricerca dell’essere.
Origine è per me più che un racconto fotografico, un punto di riflessione e una dedica alla Terra, alla strada e ai cuori che mi hanno guidata.

Gaia Patrignani

 

 

ORIGINE

 di Gaia Patrignani

 

 

  1. Il Direttore says:

    “Origine”, di Gaia Patrignani, è un’opera animata da un’idea artistica perché esprime il pensiero e il sentire con immagini costruite con la finzione.
    L’opera è stata premiata al festival FacePhotoNews 2017 di Sassoferrato nella sezione tematica “Capolinea”.
    L’autrice ha già pubblicato su Agorà un lavoro sul circo che vi invito d’andare a rivedere col campo di ricerca scrivendo il suo nome.
    La sua presentazione è una riflessione densa, guidata da forti sentimenti che l’hanno motivata nell’ideare le scene, spesso surreali.
    Le immagini si susseguono suggerendo una trama interiore dove le radici (simbolo di origine) sono legami che si insinuano ovunque, nelle cose e nelle persone.
    La figura maschile e l’ambiente contadino mi portano al patriarcato, con il suo mondo gerarchico nelle relazioni all’interno della famiglia.
    Mi ha colpito che una giovane donna sia riuscita a esprimere con lucidità una realtà arcaica; sembra aver raccolto l’eco di donne che hanno vissuto questa condizione.
    Complimenti a Gaia per forza creativa con la quale ha risolto in quest’opera il “Capolinea” delle origini; un’interpretazione forte e originale del tema.

  2. Valeria Cremaschi says:

    Ho avuto il piacere di conoscere Gaia e il suo lavoro a Sassoferrato. Un progetto che mi ha subito stregato, mi ha riportato alla memoria vecchi scatti che scrutavo nei vecchi album di famiglia dei miei nonni.
    Ciò che mi ha colpito è stata la sensibilità e lo sguardo accurato con la quale questa giovane donna ha raccontato le sue origini, che un po’ sono anche le mie, utilizzando queste radici che di scatto in scatto si susseguono, rafforzando questo legame che ci tiene stretti a questo mondo rurale.
    Ringrazio Gaia per aver condiviso anche con me questo progetto.
    Valeria

Rispondi a Il Direttore Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.