Nov 12, 2017

Posted | 2 Comments

PhotoHappening – Ivano Bolondi

PhotoHappening – Ivano Bolondi

.

 

.

 

.

 

.

 

.

 

 

PhotoHappening – Ivano Bolondi

 

L’Amministrazione comunale di Montecchio Emilia (RE) ha avviato il progetto “Profeti in Patria” che prevede attività espositive e culturali tese a valorizzare i propri cittadini che si sono distinti nel campo artistico a livello nazionale e internazionale. Nell’ottobre appena trascorso si è avviata la stagione dedicata a Ivano Bolondi che proseguirà fino a Luglio 2018 con cinque distinte mostre che portano il nome dei 5 Continenti. Attualmente è in esposizione “EUROPA” ogni informazione si può apprendere nel sito:

www.ivanobolondi-profetiinpatria.com

Data la collaborazione condivisa con Ivano Bolondi, il Dipartimento Cultura FIAF darà il proprio contributo a questo importante progetto con il PhotoHappening-Ivano Bolondi del 16/ dicembre 2017 che qui presentiamo:

 

 

 

In oltre trent’anni di fotografia, Bolondi ha maturato uno stile inconfondibile che ha dimostrato, con “immagini che dicono più di quel che mostrano” , come la fotografia possa penetrare nei segni della realtà e svelarne i significati più segreti.

Egli ci ha mostrato le potenzialità della visione indiretta del mondo, attraverso: il riflesso, la trasparenza, lo sfocato, l’ombra, il mosso, il frammento posto in relazione improbabile con il contesto.

Con questa modalità creativa Bolondi ci dimostra come l’immagine, creata già allo scatto, possa registrare visioni che vanno oltre l’ordinaria percezione delle cose facendoci acquisire una visione intima della realtà.

La visione indiretta del soggetto è compiuta attraverso un mezzo occasionale, appartenente alla realtà ripresa, che attraverso gli effetti ottici ben visibili in macchina, come la riflessione, la trasparenza, la diffrazione, ecc… , presenta un aspetto trasformato delle cose. Concettualmente, compiere questa scelta, è come infrapporre un velo tra la fotocamera e il soggetto, questo è il velo dell’interpretazione. Interpretare un soggetto è scegliere il velo che ne trasforma l’immagine rendendola segno del sentire dell’autore.

La visone intima non è quella diretta dell’occhio ma quella più profonda elaborata dalla mente, la quale dona valore all’immaterialità delle sembianze che si trovano nei riflessi, nelle ombre, ecc…, elementi normalmente ritenuti secondari.

E’ in questo stato di intenso trasporto espressivo che Ivano Bolondi crea immagini capaci di comunicare le proprie scoperte a chi guarderà le sue fotografie.

Silvano Bicocchi
Direttore del Dipartimento Cultura FIAF

 

24 Bolondi 06-05

 

Progarmma PH-IBolondi   (pdf scaricabile del Programma del PhotoHappening_Ivano Bolondi e del Concorso a Lettura di Portfolio)

 

  1. Isabella Tholozan says:

    Che dire! Se non che mi sono innamorata di questo autore, così rispettoso della vita e dell’animo umano da consegnare la propria arte al colore, linguaggio inconfondibile e unico, attraverso il quale l’universo ci parla.
    Felice e grata di partecipare all’evento!

  2. andrea marcuz says:

    Le immagini di Bolondi non sono che la rappresentazione del suo essere, non riesco a immaginare altro linguaggio fotografico che calzi alla sua personalità. Davvero credo siano pochi gli autori che attraverso la smaterializzazione dell’immagine come solo a lui riesce siano in grado di trasmetterci una dimensione del mondo tanto intima quanto affascinante. Fotocamera che come la penna del grande scrittore ci palesa mondi altrimenti invisibili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.