Giu 13, 2019

Posted | 3 Comments

Evasione – di Michela Ghidini

Evasione – di Michela Ghidini

.

.

.

.

.

La gente fa qualsiasi cosa,

non importa quanto sia assurda,

per evitare di confrontarsi con la propria anima,

tenta di evadere in continuazione sapendo che questo è l’unico mezzo per continuare a sognare.

 

Evasione

 di Michela Ghidini

 

 

  1. LUIGI MASIN says:

    Grande lavoro, strutturato magnificamente, bianco e nero ineccepibile. Davvero un magnifico lavoro.

  2. Complimenti per l’idea e per la realizzazione in b/n. Ogni foto richiede osservazione. Giovanna La Bua, Assoc. Imago Palermo

  3. Maurizio Tieghi says:

    Insolito ed intrigante. Anche se dopo decenni, prima in camera oscura e adesso davanti ad uno schermo non so ancora il significato di un buon bianco e nero e di questo mi scuso. Come i ricordi e i rimandi dal nero più nero per giungere al bianco più bianco, che in sintesi significa passare da 000 a 250, ma in questo blog la tecnica passa in secondo piano nei confronti di sua maestà la concettualità. Il lavoro mi fa ricordare le performance artistiche che ho visto e fotografato negli anni 90, ma anche i fotoromanzi di quell’epoca, ispirati ai bmovie americani e ai fumetti nazionali hard prima dei Manga. Tutto roba nata con l’intento di fare denaro senza farsi troppi scrupoli se il trash era imperante, ora quel mondo e modo di produrre sottocultura nazionalpopolare per le masse consumistiche, è considerata vera Arte da parte della critica. Anche se mi stonano due cose nel portfolio: la garza sui visi mi sa troppo di zombi, meglio celare i volti con maschere africane per esempio; ma anche l’uscita di sena con i palloncini bianchi a mio parere non è una evasione, ma una visione che porta direttamente in prigione per abuso d’immagini edulcorate.

Rispondi a Giovanna La Bua Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.