Posted in Docenti FIAF, Docenti

Cristina Paglionico

Cristina Paglionico

Vive a Forlì  –

Contatti: cristina.paglionico@fiaf.net

Note biografiche

Nata a Forlì nel 1959 inizia a fotografare a 18 anni, tuttavia per lungo tempo la fotografia rimane solo uno dei suoi molti interessi, insieme allo sport e alla letteratura. L’incontro con il FotoCineClub di Forlì segna l’ingresso in un gruppo e l’inizio del confronto e della discussione. Partecipa alla realizzazione di una serie di corsi posti in rete su Internet sulla fotografia di paesaggio, di viaggio e sulla macrofotografia, collaborando con la redazione di un importante sito di cultura e tecnica fotografica (www.abc-fotografia.com).

Appena iscritta alla Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) incontra Silvano Bicocchi e scopre la possibilità di un approfondimento sulle tematiche artistiche e sulle problematiche di comunicazione della fotografia. Inizia a scrivere articoli realizzando commenti e letture d’accompagnamento ai portfolio pubblicati sulla rivista mensile della Fiaf, FOTOIT, partecipa alle attività editoriali della Federazione cercando di sviluppare le strette relazioni tra letteratura, poesia, arte e cultura fotografica. Si avvicina quindi al linguaggio della fotografia a sviluppo istantaneo partecipando alle attività del Gruppo Polaser. Dal 2004 è Docente DAC, svolge attività di lettura portfolio nelle principali manifestazioni fotografiche ed è membro delle giurie dei concorsi fotografici nazionali. Nel 2005 tiene presso il circolo fotografico di Forlì una serie di incontri dal titolo “Leggeri come foto” incentrati sulla lettura dell’immagine, cercando di promuovere la conoscenza delle diverse modalità espressive e sviluppando il patrimonio della propria e dell’altrui capacità di comunicazione. Nello stesso anno organizza a Forlì, con la Partecipazione degli Enti locali (Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì) e del Circolo fotografico della sua città, la manifestazione Donne Esposte (dis)incantate visioni, collezione di portfolio realizzati da 11 autrici di tutta Italia e incentrati sulla ricerca della identità di genere, con la produzione di un libro fotografico sull’argomento. Nello stesso anno la manifestazione viene accolta in 5 destinazioni diverse in tutt’Italia. Nel settembre 2006 organizza Le Opere e i Giorni con l’esposizione di opere sia fotografiche sia artistiche in genere, per raccontare le storie di donne che cercano nell’espressione artistica il completamento della propria necessità di comunicazione. Partecipano oltre 30 fotografi che raccontano la vita e le opere di oltre 40 artiste di tutta Italia: poetesse, pittrici, scultrici, merlettaie, performer, tessitrici, ricamatrici. La manifestazione viene riproposta in altre due sedi espositive. Nell’agosto 2007 partecipa al Fototrekking di Rovereto organizzato dalla Trentino S.p.A. e dall’ ApT territoriale in qualità di coordinatrice del gruppo di fotografi chiamati a descrivere il territorio della Val Lagarina, ma non rinuncia a partecipare ai lavori anche con sue immagini.

Fin dall’inizio della sua programmazione fa parte del Comitato organizzatore del progetto nazionale IMMAGINI DEL GUSTO, curando la comunicazione dell’evento mediante i Tavoli del Gusto che si sono tenuti per tutto il 2007 nelle principali manifestazioni fotografiche nazionali e il Blog appositamente predisposto.

Ha realizzato un progetto collettivo impegnando 45 autori da tutta Italia, per analizzare il rapporto quotidiano con il cibo. Il titolo del progetto è Convivio – Il banchetto dei fotografi – e fa parte dell’evento nazionale Immagini del Gusto promosso per il 2008 dalla FIAF: i 45 pannelli prodotti dagli autori costruiscono una ricerca dai risvolti sociali sulle abitudini alimentari e allo stesso tempo sono indagine fotografica tra i diversi modi di rapportarsi al mezzo espressivo utilizzato. Nell’aprile del 2006 le viene conferita l’onorificenza di BFI (Benemerita della Fotografia Italiana) durante il 58° Congresso Nazionale Fiaf di Conegliano. Viene eletta consigliera nazionale FIAF durante il congresso di Chiavari del 2008. Svolge un’importante attività di presentazione di libri fotografici e conduce serate di lettura portfolio e analisi fotografica presso i circoli associati alla FIAF. Fa parte del Comitato Operativo del Centro della Fotografia d’Autore che ha sede a Bibbiena (AR).

Nonostante la vasta attività divulgatrice, svolta a valorizzare le opere altrui, non ha mai smesso di fotografare, anche se le sue immagini restano spesso nei cassetti disordinati della scrivania o attendono in eterno di essere stampate nella camera oscura che si è costruita in cantina.

Nella sua vita professionale è un’ingegnera che si occupa di opere di protezione ambientale, bonifiche e impianti di disinquinamento. E’ una lavoratrice indipendente che con grande fatica, ma molta passione, cerca di conciliare gli impegni di lavoro con quelli amatoriali legati al mondo della fotografia.

Dal 2014 è vicepresidente della FIAF.


Offerta didattica:
Conversazioni:
Letture portfolio