As time goes by

As time goes by

La fotografia, dicevamo, come misura del tempo che scorre. Fra i tantissimi Autori che ne hanno fatto uso come una sorta di macchina del tempo, ve ne propongo un paio, a dire il vero piuttosto noti, Nicholas Nixon, e Barbara Davatz, insieme ad un album anonimo, diventato virale sul web.

Un progetto nato quasi per caso, quello dello statunitense Nicholas Nixon, che ha fotografato per 40 anni la propria moglie Bebe e le sue tre sorelle. Questa la storia: nel ’74, facendo visita alla famiglia della compagna, scattò una fotografia alle quattro sorelle insieme. Anche se realizzata su cavalletto, la foto venne comunque male, Nixon scartò il negativo. Nel luglio dell’anno dopo ci riprovò con successo, disponendo le sorelle nel seguente ordine: Heather (23 anni), Mimi (15), Laurie (21) e Bebe (25). Nel giugno ancora successivo Laurie si laureò e in quell’occasione Nicholas Nixon scattò un’altra foto alle quattro donne insieme, sempre nella medesima collocazione, sempre in bianco e nero. Da qui nacque l’idea di riunirsi una volta l’anno per realizzare la medesima foto, nell’identica disposizione. Il progetto è valso a Nixon numerosi premi e riconoscimenti, ed è stato sovvenzionato per ben tre volte dal National Endowment for the Arts, l’agenzia federale che stanzia i fondi per progetti artistici, e per altre due volte dalla fondazione Guggenheim. Nel novembre 2014, in occasione del 40° anniversario, è stato esposto al Museum of Modern Art (MoMA) di New York e pubblicato nel libro “The Brown Sisters: Forty Years”.

Nel 1982 Barbara Davatz ha realizzato i ritratti di 12 giovani coppie urbane, mai immaginando che quel progetto sarebbe durato 30 anni, diventando il progetto di una vita; anzi, come ammette lei stessa, che quelle persone, e tutte le altre che sono entrate nel progetto, sono diventate la sua “famiglia fotografica”.  La Davatz ha rifotografato quelle persone nel 1988, nel 1997 e di nuovo nel 2014, così che il progetto è diventato una sorta di riunione familiare irregolare, coprendo ormai tre generazioni di persone. Molto è cambiato nel corso degli anni per le coppie della Davatz, non solo il loro aspetto; a volte c’è stato un cambiamento di partner, altre sono diventati genitori e anche nonni, ed è affascinante poter osservare nelle foto lo scorrere del tempo.

Anche Tian Jun e il figlio Tian Li si sono fatti fotografare insieme una volta all’anno; il primo scatto è del 1986, l’ultimo del 2015. Un progetto anonimo, ma che sul web è diventato rapidamente virale…

Attilio Lauria

Tutte le foto © Barbara Davatz, © Nicholas Nixon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.