Dall’11 settembre una storia che parla di famiglia e di fotografia…

Dall’11 settembre una storia che parla di famiglia e di fotografia…

Alle famiglie sono legate infinite storie, alcune delle quali appaiono rocambolesche. Oggi, che ricorre il 16° anniversario dell’attentato alle torri gemelle, vi racconto una storia legata a quella vicenda, e ad una foto di matrimonio.

Ecco come appariva Ground Zero il giorno dopo, un oceano di carte provenienti delle migliaia di uffici che avevano sede nelle torri…  

Una professoressa universitaria del Massachusetts, Elizabeth Stringer Keefe, ritrovata questa foto strappata e accartocciata, decide di cercare le persone ritratte.  

Ogni anno, nel periodo dell’anniversario dell’attentato, la Keefe ha postato la foto su tutti i social, sperando che qualcuno potesse riconoscersi; e così è stato, con Fred Mahe, in piedi all’estrema sinistra della foto, che si è imbattuto per caso nella foto su Twitter.  

“La foto era sulla mia scrivania nel World Trade Center, Tower Two, al 77 ° piano”, ha scritto Mahe in un messaggio su Facebook, descrivendo “sorprendente” la sua conversazione telefonica con Keefe dopo la scoperta su Twitter, e dicendo di sentirsi grato per la sua “dedizione e perseveranza” nel continuare a cercare i proprietari della foto. “Ha mantenuto la mia foto al sicuro per 13 anni nel suo libro preferito, Festa mobile di Ernest Hemingway”.  

E voi, conoscete qualche storia di famiglia legata ad una foto particolare? Ci si può costruire su un lavoro!

Attilio Lauria

2 Risposte a “Dall’11 settembre una storia che parla di famiglia e di fotografia…”

  1. Una storia di perseveranza e dedizione che ha permesso di ricostruire un puzzle che probabilmente sarebbe andato perduto per sempre. Quante domande possiamo porci avendo tra le mani una vecchia fotografia? Quante storie ci sono dietro ad un’immagine di un gruppo di famiglia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.