Il Gioco del Tutoraggio

Il Gioco del Tutoraggio

Per i partecipanti al progetto nazionale “La Famiglia in Italia”

Dopo la positiva sperimentazione in “Tanti per Tutti”, il Dipartimento Cultura in collaborazione con il Dipartimento Didattica e il DIAF, ripresenta “Il Gioco del Tutoraggio”, perché aderire oggi ad un progetto fotografico FIAF diventi una bella occasione di incontri e confronti. Ecco perché un ampio numero di figure, di varie estrazioni culturali e appartenenti a numerose Regioni, si sono unite per offrire la loro esperienza ai partecipanti del progetto, rendendosi disponibili a esercitare il Tutoraggio.

L’azione del Tutor ha lo scopo di orientare il fotografo nel realizzare il proprio lavoro, aiutandolo a raggiungere la massima espressione delle sue capacità. Il termine Gioco è un modo per spostare questo incontro dal carattere puramente didattico a quello della relazione culturale e creativa. Ciò avviene ponendo sullo stesso piano, il Tutor e l’Iscritto, nel gestire il Tutoraggio. Infatti questo si avvia e può essere sciolto da entrambe le parti in modo paritetico, con procedure standard, senza imbarazzi e senza giustificazioni.

Ai Tavoli di portfolio spesso non è facile avere una lettura con un determinato lettore, oggi, con “Il Gioco del Tutoraggio”, il partecipante al progetto può chiedere la collaborazione alla figura che più gli aggrada. Questa mi sembra una preziosa occasione che solo una grande associazione come la FIAF può offrire.

Ecco il Regolamento de “Il Gioco del Tutoraggio”:

 

  • Il tutoraggio deve essere il frutto condiviso di un incontro libero e consapevole per entrambi gli attori: l’Iscritto e il Tutor.
  • Deve essere un utile e piacevole momento di passione fotografica sia per l’Iscritto al progetto che per il Tutor.
  • Il Tutor è un socio FIAF che svolge un Volontariato culturale in favore degli iscritti al Progetto; egli non fornisce una prestazione ma semplicemente si rende disponibile alla condivisione della propria cultura fotografica.
  • Il Tutor consiglia e l’Iscritto decide, pertanto l’unico responsabile sotto ogni profilo dell’opera è l’Iscritto che nella libertà delle proprie scelte diventa l’autore del suo lavoro.
  • Per l’Iscritto il tutoraggio non è obbligatorio e non lo può pretendere.
  • Ogni iscritto può avere un solo Tutor alla volta ma può cambiare Tutor.
  • Ogni Tutor può seguire più Iscritti, nella misura stabilita a sua discrezione.
  • Operare come Tutor nel Progetto non conferisce il raggiungimento della figura operativa del Tutor Fotografico FIAF o Lettore della Fotografia FIAF promosse dal Dipartimento Cultura FIAF ma costituisce un credito in favore al loro conseguimento.
  • Anche per l’Iscritto fruire del tutoraggio costituisce un credito in favore al conseguimento delle figure operative dell’Animatore Culturale FIAF e Tutor Fotografico FIAF, del Dipartimento Cultura FIAF.
  • I Tutor possono iscriversi e partecipare al progetto “La Famiglia in Italia” con i propri lavori senza che la loro azione di Tutoraggio costituisca un elemento favorevole o sfavorevole nel momento del giudizio di valore.

 

Come ogni gioco anche il tutoraggio ha le sue modalità:

  • La Richiesta: è fatta dall’Iscritto inviando una mail al Tutor prescelto allegando:
    • il foglio d’iscrizione al prgetto “La Famiglia in Italia”.
    • le sue 10 più belle  fotografie a tema libero (ciò consente al Tutor di capire se è in sintonia con l’iscritto).
  • La Risposta del Tutor:
    • Può essere positiva e in tal caso risponde inviando il proprio curriculum (ciò consente all’Iscritto di capire se è in sintonia col Tutor).
    • Può essere negativa, e in tal caso il Tutor invierà la formula standard: “Grazie per la richiesta ma non posso accettare” (senza doversi giustificare).
  • La Risposta dell’Iscritto:
  • Può confermare la richiesta e così si avvia il tutoraggio.
  • Può smentire la richiesta e verrà inviata la formula standard: “Grazie per la disponibilità ma non posso accettare” (senza doversi giustificare)

 

       –    L’Accettazione del Tutoraggio:

L’iscritto comunica al Tutor l’accettazione del tutoraggio inviando la formula standard: “Accetto il tutoraggio per il mio lavoro per “La Famiglia in Italia”.

 

  • L’interruzione del tutoraggio può essere fatta sia dall’Iscritto che dal Tutor inviando la semplice formula standard: “Grazie per la disponibiltà ma interrompo il tutoraggio” (senza doversi giustificare)
  • La fine del Tutoraggio avviene quando il lavoro fotografico è compiuto e deve essere comunicato dall’Iscritto con la formula standard : “Grazie per la collaborazione ritengo il mio lavoro concluso”

 

Come scegliere il Tutor? I nomi conosciuti sono avvantaggiati, gli esordienti possono riconoscersi alla prima occhiata leggendo le onorificenze o i ruoli FIAF, oppure i Circoli fotografici d’appartenenza. Naturalmente è interessante anche la vicinanza territoriale.

Troverete Tutor di tutte le età, per avviare quel rapporto generazionale che crea empatia. Inviate le vostre richieste così li potrete conoscere meglio dai curriculum che riceverete in risposta, sicuramente troverete il Tutor giusto per la vostra sensibilità.

Il gruppo dei Tutor, disponibili ad oggi, è aperto e si potrà arricchire strada facendo di nuovi nomi;  è possibile autocandidarsi inviando una mail al Direttore del Dipartimento Cultura FIAF che coordina l’attività.

 

Silvano Bicocchi

Direttore del Dipartimento Cultura FIAF

Elenco Tutor 

 

7 Risposte a “Il Gioco del Tutoraggio”

  1. Partiamo con gioia per questo nuovo progetto certi che la condivisione sarà un valore aggiunto per crescere e valorizzarsi al meglio.
    Buon lavoro a tutti e naturalmente “Buona Luce”

  2. Ogni nuovo progetto è sempre una sfida, con se stessi e con il mondo,
    e ogni confronto è il punto focale per arrivare alla meta prefissata. Il gioco del tutoraggio è sicuramente un’esperienza molto arricchente per entrambi i “giocatori”

  3. Anch’io mi sono iscritto a questo che non è poi un gioco. Fin’ora siamo riusciti a farla diventare una cosa seria e importante.
    Quando iniziamo?
    Ciao a tutti, Danilo.

  4. Non vedo l’ora di iniziare a “giocare”. Una sfida con noi stessi e con chi decide di condividere con noi questo percorso.
    Un percorso di condivisione che ci farà crescere.
    Buon viaggio e buona luce
    Valeria

  5. Penso che, dopo le esperienze dei Laboratori Di Cult di questi ultimi due anni, gli autori, ma anche i tutor stessi, sono riusciti a focalizzare meglio in cosa consiste il “tutoraggio”.
    Quindi sicuramente per questo nuovo progetto ci saranno più lavori per i quali verranno richiesti pareri e consigli e anche il numero dei tutor sarà superiore. Importante è la scelta delle persone e la sintonia che deve crearsi tra l’autore e il tutor, il primo a raccontare le sue idee e poi a tradurle in immagini, il secondo ad ascoltare e dar mano a trovare le parole più giuste.

  6. Pronti per una nuova avventura!
    Sarà emozionante partire con questo nuovo straordinario progetto collettivo.
    A presto.

  7. Un progetto dove tutto si fonde e si condivide : Storia personale e collettiva. Stili di vita. Filosofia del vivere comune. Esperienza vissuta. Coraggio iniziamo questo nuovo viaggio. Click

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.