Natale in famiglia

Natale in famiglia

La domanda che ci siamo posti nell’inaugurare le pubblicazioni di questo blog è la stessa che avrebbero affrontato tutti coloro che avessero deciso di partecipare al nostro Progetto, “Quale rappresentazione della famiglia?”

Suggerendo una chiave interpretativa per una rappresentazione il più fedele possibile della realtà contemporanea, la risposta l’abbiamo proposta con i due post successivi, che contrapponevano il modello di perfezione familiare delle foto pubblicitarie al caos di “Sham of the Perfect”. Letteralmente, “la finzione della perfezione”.

Dunque uno stereotipo visuale contro un racconto di momenti di vita reali, quelli che ogni famiglia si trova a vivere quotidianamente, per mostrare gli estremi del nostro perimetro d’indagine.

Da allora vi abbiamo proposto una serie di altri lavori dedicati a tematiche familiari diverse, certamente non esaustivi, ma tutti legati da un unico filo conduttore: l’esplorazione delle relazioni familiari contemporanee, di qualunque tipo esse siano, condotta con un linguaggio lontano dagli stereotipi rappresentativi della fotografia di famiglia, e dalla ricerca dell’eccezionalità.

Oggi che siamo al termine della fase di realizzazione dei lavori, e che il nostro compito di indirizzo e supporto si può dire compiuto, ritorniamo a quella domanda iniziale proponendovi ancora un paio di lavori all’insegna del caos di cui è fatta la realtà familiare, fra trasformazioni, riorganizzazioni e adattamenti, all’interno dei quali ogni famiglia cerca la propria dimensione relazionale.

Attilio Lauria

Tutte le foto © Trent Parke, © Cecilia Reynoso

 

In “The Flowers Family”, realizzato fra il 2009 e il 2015, Cecilia Reynoso racconta della propria famiglia allargata, discendente da immigrati spagnoli e italiani; il concetto di famiglia è profondamente radicato come uno dei valori più alti della cultura argentina, e i rituali dei grandi pranzi della domenica, o delle feste come il Natale, sono l’occasione per riunire tutti i membri. Come una cronaca del tempo che scorre, questo lavoro parla con straordinario realismo delle dinamiche di queste occasioni, e di relazioni intergenerazionali.

http://ceciliareynoso.com.ar/

 

Quella raccontata in “The Christmas Tree Bucket: Trent Parke’s Family Album” da Trent Parke, noto come il primo membro australiano della Magnum Photo Agency, è una storia di Natale dei giorni nostri, soffusa di un’atmosfera noir. Una narrazione decisamente contorta, che ironizzando sul “tipico Natale suburbano australiano”, fonde realtà e finzione, lasciando all’osservatore l’interpretazione di immagini a volte grottesche.

www.magnumphotos.com/photographer/trent-parke/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.