leader

Post n° 50 – Il significato (3° parte)

0 commenti
Post n° 50 – Il significato (3° parte)

Marco Palmioli, Marche una giornata particolare (2008)

Il significato.

(terza parte)

Per il fotografo è una viva aspirazione affidare ad una foto la comunicazione di un preciso significato. Egli darà nell’immagine tutti gli elementi necessari affinché il lettore possa seguire il senso che lui ha voluto dare alla sua immagine.

Nonostante questo, inevitabilmente constaterà che ben difficilmente questo suo significato verrà compreso, anzi sarà sorpreso dai numerosi diversi significati che il pubblico formulerà, giusti o sbagliati che siano per lui.

Lo scultore lamenta il fatto di non poter scegliere la luce che interpreterà la sua statua, una cosa simile capita al fotografo perché non può scegliere il contesto culturale nel quale la propria foto sarà letta.

Alla stessa immagine, asseconda che venga posta su un quotidiano, o su una rivista di tecnica fotografica, o in un concorso fotografico, stranamente le vengono attribuiti diversi significati. Non ci possiamo fare nulla contro questa poliedricità semantica, cioè del significato, che presenta la fotografia!

E’ ambiguità? No! E’ la peculiarità del suo potente linguaggio.

Cambiando il contesto culturale cambiano i contenuti che vengono cercati in essa, esempio: nel quotidiano prevarrà il contenuto informativo, nella rivista tecnica quello tecnologico che caratterizza l’immagine, nel concorso quello artistico.

Anche tra le persone funziona allo stesso modo, ogni uomo è un contesto culturale diverso dagli altri, perché ha una propria estrazione sociale, una mentalità, una formazione scolastica e professionale, oltre al carattere, la sensibilità, il vissuto. Il fotografo “scrive” le proprie fotografie col suo contesto culturale e ognuno di noi invece le leggerà col proprio contesto culturale.

E’ immediato comprendere che l’immagine fotografica è una sfida culturale, è confronto tra culture! Non a caso ci capita, davanti alla fotografia innovativa, di essere attratti e spaesati, ciò accade perchè siamo di fronte a opere che provengono da un contesto culturale che ancora non conosciamo.

Essere riusciti a scoprire il significato di una fotografia che ci attirava ma non ci parlava, è indice di un nostro mutamento culturale raggiunto che ci avvicina alla cultura del suo autore!

Silvano Bicocchi

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>