Gli anni del Neorealismo giu06

Condividi

Gli anni del Neorealismo

Nell’ambito della Rassegna Fotografica Crotonese 2012, “Obiettivo Sud”, ideata e curata dal Gruppo Fotoamatori Crotone e patrocinata dall’Amministrazione Provinciale di Crotone, il 9 giugno 2012, ore 18:00, presso il Mack, verrà inaugurata la mostra fotografica nazionale “Gli anni del neorealismo. Tendenze della fotografia italiana”, alla presenza di Cesare Colombo, maestro della fotografia italiana ed autore di alcune delle fotografie in esposizione, e Attilio Lauria, docente Fiaf e redattore Fotoit.
La mostra, ideata e realizzata dalla Federazione Nazionale Associazioni Fotografiche (FIAF), in collaborazione con l’Archivio Fotografico Toscano, raccoglie numerose immagini dei più noti fotografi italiani (Berengo Gardin, Cattaneo, Colombo, De Biasi, Farri, Giacomelli, Roiter, Migliori, Camisa, Branzi ed altri ancora) interpreti del cosiddetto “neorealismo fotografico”, corrente culturale e fotografica caratterizzata per i contenuti sociali e per l’impegno civile di molti dei suoi autori.

Nella mattina di sabato 9 giugno, alle ore 11:00, sempre presso il MACK, Cesare Colombo presenterà il proprio lavoro dal titolo “Photostorie”, con cui la forza espressiva delle immagini viene esaltata e dispiegata in racconti fotografici che diventano narrativa. “Photostorie” ripercorre l’evoluzione delle microstorie fotografiche, attraverso cui gli autori, a partire dal ‘900, dimostreranno di poter superare i limiti oggettivi dell’immagine fissa ricorrendo ad articolazioni più complesse date dalla connessione fra le fotografie in sequenza.
Nel pomeriggio, alle ore 18:00, Attilio Lauria ci parlerà di neorealismo fotografico in Calabria attraverso un discorso per immagini dal titolo “Nelle Indie di quaggiù”, espressione utilizzata dai missionari gesuiti a fine Settecento per indicare quelle zone d’Italia, soprattutto del meridione, che ai loro occhi necessitavano di un particolare impegno nell’opera di evangelizzazione. A due secoli di distanza, in quell’esotico a portata di mano che era la Calabria neorealista, arrivarono i fotoreporter: non possiamo non interrogarci oggi sullo sguardo che ci restituirono con le loro immagini, se un documento da affidare alla storia, o piuttosto un vuoto clichè.

Per visualizzare il depliant informativo cliccate qui:

http://issuu.com/linkmedia.biz/docs/neorealismo_crotone?mode=window&back