Condividi

PHOTOGRAPHY GRANT ON INDUSTRY AND WORK

MAST_Grant_Banner_sito_1196x480_2x

CONCORSO INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA AD INVITI

MAST PHOTOGRAPHY GRANT ON INDUSTRY AND WORK

MAST FOUNDATION FOR PHOTOGRAPHY GRANT ON INDUSTRY AND WORK è una selezione biennale di giovani fotografi che ha lo scopo di documentare e sostenere l’attività di ricerca sull’immagine dell’industria, la trasformazione che essa induce nella società e nel territorio, il ruolo del lavoro per lo sviluppo economico e produttivo.
Inizialmente promosso da G.D, azienda leader mondiale nel settore delle macchine per il packaging, dal 2013 il concorso è entrato a far parte di un progetto più ampio coordinato dalla Fondazione MAST, una organizzazione non profit che promuove le attività legate all’omonimo centro multifunzionale fornendo servizi di welfare aziendale e mettendoli a disposizione del territorio. Aperto a Bologna nel 2013, il MAST (Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia) è un complesso innovativo adiacente alla storica fabbrica di G.D e si configura come un luogo di condivisione e collaborazione che ospita diverse funzioni tra cui l’Academy, il Ristorante Aziendale, il Wellness, l’Auditorium, la Gallery tecnologica e quella fotografica, dove la fotografia industriale è parte della missione primaria della Fondazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

MAST_Inventions_Banner_sito_1196x480_2x

La mostra Inventions, curata da Luce Lebart in collaborazione con Urs Stahel, presenta le fotografie delle invenzioni più brillanti e geniali provenienti dalle collezioni dell’Archive of Modern Conflict di Londra e dagli Archives nationales francesi.

Queste numerose invenzioni vengono realizzate e fotografate in Francia tra le due Guerre mondiali presso l’Office des inventions su iniziativa di Jules-Louis Breton, a capo del Sous-secrétariat d’État aux inventions.

Breton voleva promuovere la ricerca scientifica e industriale, accelerando i processi e garantendo la rapida trasformazione di un’idea in un oggetto o in una macchina di pronto utilizzo.  In tal senso, egli favoriva attivamente la collaborazione tra industriali, scienziati e inventori.
Di corredo ai progetti e alle descrizioni dettagliate delle invenzioni, le immagini facilitavano la valutazione e contribuivano a conservarne la traccia. Rappresentavano una valida alternativa ai prototipi, facili da archiviare e prontamente disponibili per la presentazione di fronte alle commissioni.

La mostra riflette la molteplicità delle invenzioni presenti nell’archivio di Breton, che vanno dagli oggetti usati per sopravvivere in tempi di crisi ai dispositivi per godere di una migliore qualità della vita in periodo di pace. Pur essendo prodotte senza intenzioni artistiche, le immagini hanno innegabili qualità estetiche e possiedono quello che si può definire uno stile fotografico, paragonabile a quello di un autore, benché non siano mai firmate.

 

Fondazione MAST
via Speranza 42
I-40133 Bologna

info@fondazionemast.org