Condividi

Workshop di fotografia stenopeica a Viterbo

Senza-titolo-1

Il 26 marzo prossimo, il gruppo fotografico Magazzino 120 di Viterbo e il fotografo Marco Scataglini organizzano un workshop di fotografia stenopeica a Viterbo.

La fotografia stenopeica (dal greco stenos opaios, cioé piccolo foro), più che una tecnica, è una vera e propria filosofia di ripresa, con alle spalle secoli di storia, visto che il foro stenopeico veniva già impiegato (dai pittori ad esempio) ben prima dell’invenzione della fotografia.
Con questa tecnica si utilizza per creare le immagini – invece di una o più lenti (cioè di un obiettivo) – il passaggio della luce attraverso un foro piccolissimo (si parla di frazioni di millimetro) realizzato in una sottile lamina metallica. Il risultato sono fotografie generalmente poco definite, ma (è bene sottolinearlo) non “sfocate” (anzi, la profondità di campo è totale).
La fotografia stenopeica è un viaggio nella storia della visione e della creatività umana, una continua scoperta, una fonte inesauribile di ispirazione e consente di fare una sorta di pausa di riflessione, di rallentare (anche per i tempi di scatto lentissimi!), di rinunciare all’acquisto di macchinari sempre più potenti e costosi per tornare ad avere cura per la propria arte: una scatola, del lamierino, un ago, un po’ di carta fotografica bianco e nero o un rullo negativo sono sufficienti per creare la fotocamera da utilizzare per le nostre fotografie.

Niente ci impedirà poi di tornare a divertirci con la fotocamera digitale da 34 megapixel, ma almeno lo farete (garantito) con rinnovata consapevolezza.

Durante questo workshop, oltre a parlare degli aspetti puramente tecnici, vedremo come realizzare un foro stenopeico, da utilizzare per semplici fotocamere autocostruite o come sostituto dell’obiettivo della nostra reflex digitale o della nostra Mirrorless. Dopo aver predisposto l’attrezzatura (digitale o a pellicola) la si proverà sul campo e, al ritorno in sede, si provvederà a sviluppare le fotografie analogiche e a visionare le foto digitali per trarne le conclusioni.

La durata dell’incontro è di circa 7 ore, dalle ore 10,00 alle ore 17.00. Il pranzo (al sacco) è a cura dei partecipanti, come anche gli spostamenti. Il numero minimo di partecipanti è di 5 persone, massimo 12.

La carta fotografica bianco e nero, i chimici per lo sviluppo e i materiali per realizzare il foro stenopeico saranno forniti dall’organizzazione.

Per info: magazzino120@libero.it