Personale di Luigi Feliziani:  “L’ultima soglia” dic30

Condividi

Personale di Luigi Feliziani: “L’ultima soglia”

ATTENZIONE: La mostra “l’ultima soglia” è stata portata a Fiumicino e sarà esposta dal 3 al 20 aprile presso la sede del Municipio in piazza Carlo Alberto dalla Chiesa. Sarà visitabile tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
La mostra è inserita in un progetto informativo e di coinvolgimento degli studenti di Fiumicino sul dramma delle deportazioni naziste.

“L’ULTIMA SOGLIA”
Sono in mostra le foto dei portoni delle case da cui persone innocenti uscirono la mattina del 16 ottobre 1943 verso un destino che ne riportò a casa solo alcune.
La deportazione di cittadini italiani, perché ebrei, perché ritenuti oppositori politici, perché militari, fu un dramma che riguardò migliaia di persone, uomini donne e bambini, dramma che non deve essere dimenticato.
Il lavoro di Luigi Feliziani non vuole ripercorrere i giorni e mesi in cui quelle persone subirono tutto il male possibile, ma usare la fotografia e la sua capacità di congelare un evento e permetterci di riflettere sopra, per mostrare il portone da cui ognuno di essi passò quel giorno per andare incontro alla morte.
La riflessione davanti all’immagine di quelle porte, testimoni silenziosi all’epoca, oggi chiuse, può farci cercare di capire quale fosse lo stato d’animo, i pensieri di quelle donne e uomini trascinati con la violenza fuori dalle loro case, insieme ai loro figli, tanti bambini.
Nessuno sapeva quale sarebbe stato il loro destino; molti forse inconsciamente si negavano la paura di andare a morire: si diceva che sarebbero stati portati a lavorare per i tedeschi, che sarebbero stati imprigionati, ma chissà quanti invece presagivano con terrore il loro futuro.

Qui la locandina:

locandina1web

468 ad