Condividi

Scuola di fotografia C.A.F. Fabrica di Roma

Si sono messi insieme per un progetto davvero interessante, Circolo Artistico Fotografico, Accademia Fotografica Italiana e Parrocchia S. Giovanni Battista in Laterano di Fabrica di Roma. Per insegnare e far prendere pratica della fotografia a circa cinquanta giovani e giovanissimi allievi.

Un progetto non nuovo al CAF , aderente alla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche e dalla stessa insignito della onorificenza di Benemerito della Fotografia Italiana, non nuovo perché il circolo fabrichese ha avuto una attività venticinquennale presso la scuola media, formando decine di aspiranti fotografi , ora anche affiliati al circolo. E poi interventi quadriennali presso le scuole elementari , e triennali addirittura nelle scuole materne. Questa esperienza non è passata inosservata al dinamico parroco Don Terzilio, da tutti conosciuto con il più familiare” Don Chicco”, il quale tempo fa ha convocato Pietro Sciosci, presidente del CAF ed il segretario Doriano Pedica per proporre il progetto che da una settimana si sta realizzando. Far conoscere lo straordinario mondo della fotografia ai giovani concittadini impegnati presso l’oratorio nel soggiorno estivo. Ai ragazzi che si sono dimostrati subito entusiasti ed hanno raggiunto il numero di quarantotto, si è aggiunto un terzo giovane e promettente fotografo in qualità di assistente, Michele il quale ha già formazione “ sul campo” e anche nelle manifestazioni FIAF. Il giovane è membro della Accademia Fotografica Italiana, il piu’ giovane, avendo appena passati i venti anni. Don Chicco ha messo a disposizione dei fotografi il suo splendido oratorio immerso nel verde all’ingresso di Fabrica, che si va completando nelle sue strutture, e che già da ora e operativo in pieno. Ne è risultato in appuntamento bisettimanale di due ore sotto l’ombra dei poderosi olivi, durante il quale si parla di tecnica fotografica, si illustrano i modi di fotografare in tutte le situazioni e con tutte le fotocamere, da quelle più sofisticate fino a quelle dei telefoni cellulari. Si sancisce di fatto la coesione di intenti (alla quale ha dato anche il patrocinio il Comune di Fabrica) e che vedrà una cinquantina di ragazzi dai sette ai sedici anni diplomarsi quali apprendisti fotografi. Il tutto si concluderà con una mostra dei lavori realizzati che verrà promossa più in avanti in una apposita occasione. Per le prossime sedute del corso è prevista anche la visita di altri esponenti dell’Accademia per vedere di persona la qualità del corso realizzato.

oratorio scuola fotografia no voltii docenti x  la stampa