Mostra del Corso Base di Fotografia 2016 – C.F. AVIS Chiaravalle Nov24

Condividi

Mostra del Corso Base di Fotografia 2016 – C.F. AVIS Chiaravalle

Domenica 27 novembre è la giornata dedicata agli allievi del Corso di Fotografia del Circolo Fotografico Avis Chiaravalle.
Alle ore 17.30 presso il Teatro Valle, alla presenza delle Autorità, si terrà la cerimonia conclusiva del corso con la consegna dei diplomi e la presentazione delle video-proiezioni che raccolgono le immagini realizzate dai partecipanti durante l’anno.
Alle ore 19 presso i locali dell’Avis sarà inaugurata la nuova Sala mostra, completamente rinnovata dal Circolo, con i migliori scatti degli allievi del 29° Corso.

Il 2016 è stato un anno di rinnovamento per il Circolo.
A partire dalla nuova formula del Corso di Fotografia che vede, come da tradizione, al timone Manlio Moretti ma con una struttura modulare in cui si sono inseriti vari soci del Circolo come insegnanti per la post-produzione e tutor per le uscite fotografiche, l’editing delle foto e l’organizzazione del lavori finali. Ed è proprio Manlio ad esprimere la soddisfazione per questa nuova organizzazione: “Gli allievi hanno potuto sentire diversi modi di vedere la Fotografia, hanno conosciuto meglio i soci e sono certo saranno più coinvolti della vita dell’associazione. Perchè non si tratta solo di tecnica, noi cerchiamo di far appassionare le persone alla fotografia, di far provare delle emozioni e far nascere rapporti di amicizia”.
E poi il progetto della nuova Sala Mostra Avis, finanziato e realizzato dai soci del CFA, come spiega la presidente Manuela Fratoni: “Ci è sembrato giusto dare, non solo ai fotografi del nostro fotoclub, ma tutta la comunità che si raccoglie attorno all’AVIS Chiaravalle, una nuova e più funzionale Sala per mostre e proiezioni, con un sistema di allestimento e illuminazione da vera galleria e apparecchiature audio-video di qualità”.

La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19.30 fino al 11 dicembre 2016.
Cerimonia e mostra sono ad ingresso libero.

òòòòòòòòòò