LISETTA CARMI. Voci allegre nel buio

La mostra “LISETTA CARMI. Voci allegre nel buio” a cura di Luigi Fassi e Giovanni Battista Martini, porta al MACTE il lavoro di una delle fotografe italiane più importanti del Novecento: un progetto ambizioso, testimone di un sentire comune e di un paesaggio naturale e antropologico condiviso tra Sardegna e Molise.
-
70 fotografie realizzate da Lisetta Carmi tra il 1962 e il 1976 in Sardegna, insieme a materiali d’archivio inediti compongono un racconto capace di travalicare i confini geografici.
-
La mostra, prodotta dal MAN di Nuoro nel 2020, viene riconfigurata per gli spazi del MACTE ponendo l’accento su quei tratti in comune che caratterizzano il paesaggio del Sud Italia: scatti del paesaggio che si modifica con l’intervento umano, i corsi d’acqua, la pastorizia e la montagna si accompagnano a ritratti di vita sociale, di lavoro e di celebrazioni.
-
In parallelo alcune sale del MACTE inoltre ospitano una selezione di opere della collezione permanente del museo che articolano diverse interpretazioni di “paesaggio” come quelle di Elisa Montessori, Luca Patella, Bianca Santilli, Mario Schifano, Giulio Turcato e di Eugenio Carmi, fratello di Lisetta.
-
Al museo sarà possibile acquistare il catalogo della mostra edito da Marsilio.
-
La mostra sarà aperta negli orari abituali dal 15 settembre al 16 gennaio 2022 con l’obbligo del Green Pass.

Da Mercoledì a Domenica
10–13, 15–19

MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli Via Giappone – 86039 Termoli (CB)

Info:

https://www.facebook.com/MMacte

https://www.fondazionemacte.com/

241293057_602657754440223_192645519032990649_n