mar08

Condividi

L’Associazione Fotografica Cacciatori d’Ombra ha organizzato presso il Teatro Garibaldi di Bisceglie un nuovo ciclo di mostre fotografiche, inserite nella rassegna FOTOGRAFE IN TEATRO, tutta all’insegna del femminile.

 

L’Associazione  è lieta di presentare il quarto appuntamento, presso il prestigioso Teatro Garibaldi di Bisceglie, della rassegna FOTOGRAFIA/FEMMINILE con la mostra fotografica di ELENA PEZ “QUERKRAFT”.

 

Vernissage: ore 19:00, giovedì 10 marzo.

Esposizione dal 10/03/2016 al 13/04/2016, visitabile dalle 18:00 alle 20:00 (domenica e lunedì esclusi) – ingresso libero.

 

ELENA PEZ “QUERKRAFT”

Nella mia ricerca fotografica e pittorica, comune è l’intenzione di riuscire a pensare alla composizione visiva anche in termini di composizione musicale, mostrandone gli elementi a partire dal loro “suono interiore” – consapevole, comunque, che musica e pittura/fotografia viaggiano su binari diversi, quello della simultaneità e quello della successione. Da questo nucleo, si ramificano le altre scelte espressive, quali gli accostamenti cromatici, gli squilibri ottici, il posizionamento –non raro- del soggetto in una cornice naturale. “Querkraft” (dal tedesco, “forza trasversale”) perché la sfida è quella di riuscire ad immaginare i corpi nella fase successiva all’incidente con l’oggetto estraneo, dissezionati ed esaminati attraverso la lente d’ingrandimento dell’obiettivo. E se fosse proprio quest’ultimo a sparare il colpo? L’obiettivo della macchina fotografica si fa critico e analitico indagatore dell’anatomia del trauma. Da un lato, la resilienza, dall’altro, l’annichilimento, l’oblio, la rottura.

 

ELENA PEZ

Elena Pez nasce a Modugno (BA), il 25/02/95. 

Sin da piccola, resta ammaliata dall’immenso potere dell’arte e coltiva vari interessi, quali pittura, fotografia, scrittura.

Dopo aver conseguito il diploma al Liceo scientifico ad indirizzo linguistico “Cartesio” (Triggiano, BA), intraprende il suo percorso artistico, iscrivendosi al corso di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bari.

Espone, per la prima volta nel 2013, al Teatro Kismet. A seguire, al Museo della Fotografia, in occasione della mostra “Abitare i luoghi, abitare l’anima”; nella struttura residenziale We_Crociferi (Venezia); al Palazzo Nervegna (Brindisi); allo Spazio Matta (Pescara); a Colchester, Inghilterra, 35 Queen St. Town Centre; alla Sala degli Affreschi (Ateneo di Bari); al Centro Medico S. Agostino (Milano); allo Studio 52 (Altamura); a Palazzo de’ Mari (Acquaviva delle Fonti); in P.zza Pinto, Gioia Rock Festival (Gioia del colle); Villa Colapinto (Gioia del Colle); Villa Comunle (Capurso); Eutropia Festival (Roma).

Nell’ottobre 2013, è tra i 10 finalisti del concorso fotografico “Il coraggio delle donne”, organizzato dalla LILT. A dicembre 2013, è votata –sia dal pubblico che dalla giuria- vincitrice della sezione “Foto”, all’interno del Festival “Fuori dal comune”. A gennaio 2014, vince il concorso fotografico nazionale “Serendìpia”. A marzo 2014, arriva tra i 24 finalisti del concorso fotografico internazionale “24 Scatti Bike”. A maggio 2014, è tra i 10 finalisti del concorso fotografico “Scatti Attivi”, organizzato da SEI Project. A giugno 2014, vince il premio “Miglior fotografia 2014” al “TuttoMondo contest 2014”, organizzato in collaborazione con Save the Children e la cui premiazione si è svolta al MAXXI (Roma).

.

locandinaPezWEB