Condividi

Cinquant’anni e non sentirli… ma vederli

Sabato 23 novembre 2019, alle ore 18 presso la sede della Fondazione dei Monti Uniti, in via Arpi 152 a Foggia, sarà inaugurata la collettiva “Cinquant’anni e non sentirli… ma vederli”, mostra fotografica organizzata dalla Fondazione Monti Uniti e dal FotoCineClub del capoluogo dauno per celebrare i cinquant’anni di attività dell’associazione foggiana, nell’ambito della VIII edizione di “Foggia Fotografia. La Puglia senza confini”.

Saranno presenti il Prof Aldo Ligustro, Presidente della Fondazione dei Monti Uniti, Nicola Loviento, Presidente del FotoCineClub di Foggia, Fulvio Merlak e Lino Aldi rispettivamente Presidente d’Onore e Direttore del Dipartimento Interni della FIAF.

Per l’occasione sarà presentato il volume “Cinquant’anni e non sentirli… ma vederli” che conterrà il meglio della produzione degli ultimi anni dei soci del circolo foggiano e la storia degli eventi che li hanno visti protagonisti.

Qui di seguito la nota del Presidente Loviento contenuta nel catalogo:
“Ci sono dei momenti in cui occorre fare dei bilanci e consuntivare il trascorso, a se stessi e agli altri. In genere ciò accade quando è passato un po’ di tempo, quando una cosa arriva al suo termine o ai compleanni, in particolare ai compleanni a cifra tonda. E siamo quindi qui a raccontarci e a raccontare un pezzo di vita del FotoCineClub di Foggia che quest’anno, il 2019, compie cinquant’anni di attività. E’ stato fin qui un lungo percorso, cominciato al trotto e trasformatosi in una galoppata. Così pensiamo di descrivere la vita fino ad oggi del FotoCineClub di Foggia nato come un circolo di pochi amatori della fotografia nel 1969 e divenuto cinquant’anni dopo, una delle realtà più note e più attive di tutto il meridione d’Italia.
Il circolo, che ha avuto l’onore di avere tra i suoi soci negli anni settanta il Maestro Renzo Cambi, è cresciuto per tante ragioni: l’impegno e l’entusiasmo dei soci, l’avvento del digitale che ha reso la fotografia patrimonio di tutti, lo sviluppo dei social che ha veicolato informazioni e conoscenze, il rapporto con gli Enti del territorio, il legame con la FIAF che ha contribuito alla conoscenza di grandi autori.
A partire dal 2004, anno del trentacinquennale, è stato un moltiplicarsi di attività, i corsi svolti nella sede del circolo, ma anche nelle scuole, gli incontri con gli autori, le tante mostre spesso esportate fuori dai confini regionali e nazionali tra cui è doveroso qui ricordare, la collettiva “La Puglia a Berlino” al Museo delle Culture Europee di Berlino nel 2012, la mostra “Fuori Misura” esposta al Circolo Artistico di Venezia – Palazzo delle Prigioni nel 2014, la mostra permanente sul tema del territorio inaugurata nel 2015 presso la nuova sede della Camera di Commercio di Foggia, le video proiezioni e le mostre in Turchia ad Ankara e Tekirdag tra il 2015 e il 2016. In tutto questo si sono susseguite a ritmo incessante le affermazioni di tanti soci che hanno ottenuto premi e riconoscimenti in Italia e all’estero e ciò ha portato al circolo tanti altri soci e avvicinato numerosi estimatori che hanno contribuito a un’ulteriore affermazione del FotoCineClub di Foggia che si è potuto fregiare del riconoscimento di BFI (Benemerito della Fotografia Italiana) nel 2005 e del riconoscimento di EFI (Encomiabile della Fotografia Italiana) nel 2016.
Il percorso è stato davvero ricco di emozionanti incontri, Virgilio Bardossi, Marcello Materassi, solo per citarne alcuni e poi Stanislao Farri che portò a Foggia due mostre nel 2006 e nel 2008.
Nel 2012 il FotoCineClub di Foggia, in stretta collaborazione con il Comune di Foggia, la Fondazione dei Monti Uniti e altri Enti, dà il via alla prima edizione di “FoggiaFotografia: La Puglia senza confini” una manifestazione che ha coinvolto i circoli pugliesi e di altre regioni, che ha coagulato intorno alla fotografia altre espressioni artistiche quali il teatro, la musica, il cinema, la poesia e i fumetti e che ha portato a Foggia i più grandi autori, da Mario Dondero a Franco Fontana, da Giuliana Traverso a Maurizio Galimberti, da Mauro Galligani a Francesco Cito, senza dimenticare Chiara Samugheo, Gabriele Rigon e Raoul Iacometti, e le mostre delle foto originali di Mario Giacomelli e di Giuseppe Leone. Tutta questa attività ha portato FoggiaFotografia: La Puglia senza confini a ricevere la Menzione d’Onore per la settima edizione.
Infine le tre edizioni del Concorso Nazionale “FoggiaFotografia” che, partito in sordina, ha visto la partecipazione di un buon numero di autori di livello internazionale.
Questo breve resoconto crediamo dia la misura di quanto il FotoCineClub di Foggia ha fatto in questi cinquant’anni di attività e la sintesi fotografica di queste esperienze rappresenta il parziale racconto di tutto quello che è stato fatto negli ultimi dieci, quindici anni dal FotoCineClub di Foggia. E’ un momento di bilanci, è un momento di riflessione, noi ci auguriamo e soprattutto desideriamo continuare su questa strada.”

 

fccf