MOSTRA FOTOGRAFICA “QUALCOSA DI ROSSO” mar04

Condividi

MOSTRA FOTOGRAFICA “QUALCOSA DI ROSSO”

 

La settima edizione della consueta mostra collettiva “Donne senza volto”, sezione femminile del circolo fotografico “Il Castello” avrà come titolo, appunto, “Qualcosa di rosso”, e si svolgerà dall’8 al 23 marzo al Centro della Fotografia di Taranto, in via Plinio, 83, nuova sede del circolo “Il Castello”.

L’inaugurazione si terrà sabato 8 marzo alle ore 19.30, con ingresso libero e gratuito.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.30. L’evento è patrocinato dalla consigliera di Parità della Provincia di Taranto, Barbara Gambillara, dal Comune di Taranto e dalla Fiaf (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

Rosso come la femminilità e la sensualità. Rosso come l’amore verso il prossimo. Rosso come il conto di chi non arriva a fine mese. Rosso come un ideale politico tradito.  Il rosso è tutto questo e molto altro ancora, e le fotografe della collettiva “Donne senza volto”, sono pronte a far rivivere i mille significati di questo colore attraverso i propri scatti.

Le donne della collettiva, giunte quest’anno a 23, si propongono di coinvolgere i visitatori in un viaggio che partirà dall’esplorazione dell’universo femminile, per giungere ad approfondire alcuni aspetti della storia e della cultura del nostro Paese; ma non solo. Ci sarà spazio anche per il quotidiano, visto nei suoi momenti più leggeri e giocosi, ma anche in quelli più profondi e drammatici. Il tutto interpretato secondo la sensibilità tipica delle donne, che darà vita a una serie di immagini destinate ad emozionare e a suggestionare i visitatori più di qualsiasi parola, lontano dagli stereotipi e dai luoghi comuni.

In questi sette anni di attività, sono stati molti i temi affrontati dalla collettiva “Donne senza volto”: l’uomo, la canzone, la violenza contro le donne, la Costituzione italiana, i libri, le donne che hanno fatto la storia e, quest’anno, il rosso. Fin dalla prima edizione, che si è svolta nel 2008, è stato deciso di inaugurare la mostra, simbolicamente, l’8 marzo. Il nome “Donne senza volto”, che è stato assunto a partire dalla seconda edizione, è al tempo stesso un riferimento al fatto che negli anni il volto delle partecipanti è cambiato, e a quello che non è il volto in sé ad essere importante, ma la creatività e la passione di ognuna. Infine, “Donne senza volto” è un omaggio alle tante donne nel mondo che, ancora oggi, vengono private della propria voce.

Info: 3925000997

rosa.cambara@fotoartepuglia.it

http://www.cfilcastello.it/