Il Lavoro dell’Uomo / CF Scledense, Sperotto, Montini, Zagolin > Schio Nov10

Condividi

Il Lavoro dell’Uomo / CF Scledense, Sperotto, Montini, Zagolin > Schio

20191026 1117 Schio AAVV Il Lavoro dell'Uomo locandina

 

Il Lavoro dell’Uomo

Fabbriche abbandonate, rovine del lavoro del passato, sudore e fatica, silenzio e rumore assordante, attrezzature tecnologiche in grado di muoversi da sole, pescatori contadini allevatori e bestie, semplici mani intente, con sapienza antica, in semplici gesti che un tempo erano quotidiani, …

Questo e altro è contenuto nella mostra fotografica organizzata quest’anno sul tema che dà il titolo a questo articolo.  Per organizzarla ci abbiamo impiegato quasi un anno tra dividerci i compiti, iniziare i progetti, organizzare le visite, scandagliare gli archivi.

(…)

1-IL LAVORO PERDUTO.

Parliamo di ”Archeologia industriale ieri e oggi”. Abbiamo ripreso in esame sei siti indagati 25 anni fa (i tre maggiori lanifici di Schio, il giardino Jacquard e le due principali segherie) e siamo tornati a fotografarli per verificarne gli eventuali cambiamenti.

2-IL LAVORO NEL TERZO MONDO.

Con immagini di archivio, più o meno recenti, abbiamo dato spazio a tre particolari situazioni lavorative, che nel mondo occidentale oggi fortunatamente presentano problematiche molto più limitate: i lavori molto faticosi e invasivi dal punto di vista fisico, il lavoro minorile e il lavoro delle donne.

3-IL LAVORO DI IERI.

Possiamo ancora reperire una serie di piccole attività in via di progressiva sparizione, tenute in piedi con tenacia da artigiani, piccoli industriali, lavoratori agricoli, pescatori, pur con l’utilizzo di metodologie ormai obsolete.

4-IL LAVORO DI OGGI.

In questo caso abbiamo soprattutto documentato attività di tipo industriale o artigianale in ambito locale, in ambienti dove la tecnologia e l’automazione stanno prendendo sempre più il sopravvento.

5-IL LAVORO DEL DOMANI.

Parliamo in questo caso di automazione, già presente oggi in molte fabbriche, con la prospettiva di essere domani diffusa in tutti i settori produttivi, fondata su di un utilizzo sempre maggiore dell’informatica e della robotica, ed un sempre minor uso delle risorse umane.

GLI OSPITI

La rassegna viene impreziosita dalla presenza di tre ospiti esterni al Circolo, che sicuramente elevano il livello qualitativo della mostra con una serie di portfolio di grande valore.

Anzitutto l’amico Walter Sperotto, con un’istallazione dove vengono inserite immagini di attività lavorative effettuate spesso a bordo strada, documentate durante le sue varie scorribande in giro per il mondo.

E poi il comasco Giulio Montini, pluricampione mondiale con la federazione italiana, il quale ci propone uno straordinario reportage realizzato tra i portatori di zolfo nell’isola di Giava in Indonesia.

Ed infine Sandra Zagolin, nata a Piove di Sacco (PD), una fotografa tra le più quotate nel panorama nazionale, che presenta una sorprendente serie di piccoli portfolio che spaziano dagli antichi lavori a Venezia alle attività dei Maramures romeni, sino all’allevamento delle renne in Mongolia.

DAL 26 OTTOBRE AL 17 NOVEMBRE 2019

INAUGURAZIONE: SABATO 26 OTTOBRE – ORE 17.00

Scarica la locandina

ORARI di apertura:

  • SABATO 26 ottobre ore 16.00 – 18.00
  • VENERDI’ 1 novembre ore 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30
  • SABATO 2-9-16 novembre ore 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30
  • DOMENICA 27 ottobre 3 -10-17 novembre ore 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30