Sfocature

Memorie di foto ritrovate

 

 

Per sua natura la fotografia è indissolubilmente legata al tempo, quello originario e misurato dello scatto, e quello più immateriale e complesso della memoria.

Quanto alle fotografie, miriadi di frammenti di ricordi individuali che nel tempo si fanno memoria collettiva, identità e infine storia sociale, molto spesso ci sopravvivono, sebbene talvolta al prezzo della perdita dell’oralità che le accompagna.

Ma l’oblio non è affatto un destino, nonostante il tempo ingiallisca fino a sbiadire: come sanno bene i cercatori di piccoli tesori senza valore che si aggirano per i banchetti dei mercatini, queste foto ormai orfane di esistenze sono in attesa di nuovi sguardi, non più condizionati da alcun riferimento.

Queste stampe, sfuggite beffardamente all’infinita riproducibilità originaria, “ci vengono incontro”, direbbe André Breton, ci attraggono con il fascino del proprio mistero e delle tante possibili trame che custodiscono nell’unica traccia di un istante rivelato.

Immaginare delle storie prendendo spunto da ciò che da esse ci “punge” significa allora ri-scattare queste foto dall’oblio, fare di esse, come nel film ispirato da Kieślowski, delle “sliding doors” di nuove possibili vite.

 

…. è progetto realizzato in collaborazione fra:

 

                        

FIAF, la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche che dal 1948 divulga la cultura fotografica nel nostro Paese (www.fiaf.net);

 

 

RISME, rivista letteraria e agenzia di servizi editoriali (https://saramariaserafini.wixsite.com/risme-rivista);

 

 

emuse, casa editrice indipendente (https://emusebooks.com).

 

www.leonellobertolucci.it

 

arteaparte, associazione culturale (www.facebook.com/AssociazioneCulturaleArteaparte)

 

Requisiti di partecipazione

  • La partecipazione è riservata a racconti inediti (non devono essere mai comparsi né in forma cartacea né online su riviste, Lit-blog o antologie) di massimo 6500 battute (spazi inclusi), ispirati ciascuno a una delle fotografie indicate al link http://fototrovate.blogspot.com/.
  • Ogni autore può partecipare con un solo racconto.
  • L’autore deve essere in possesso dei diritti del racconto con cui intende partecipare.
  • Non è ammessa la partecipazione ad altri concorsi con il racconto presentato alla call, pena l’esclusione dalle opere selezionate per la pubblicazione.

 

Come partecipare

L’autore dovrà inviare il proprio racconto come allegato all’indirizzo risme.rivista@gmail.com  con oggetto “Sfocature”, denominando il file nel seguente modo: annofoto_nome cognome (Es. 2019_sara maria serafini). Nello stesso file, appena sotto al titolo, si avrà cura di inserire il proprio recapito telefonico e l’indirizzo email. Mentre a fine racconto una bio discorsiva, in terza persona, di max 500 caratteri spazi inclusi.

Ai fini dell’accettazione del racconto, l’autore dovrà:

  • indicare la foto a cui il racconto si riferisce copiandone il link (indirizzo url che compare cliccando sulla scritta “Un’altra foto trovata”) ed incollandolo insieme agli altri dati richiesti appena sotto il titolo;
  • compilare, firmare in calce e allegare anche la liberatoria allegata al regolamento.

 

Tempistiche e modalità della selezione

Il proprio racconto dovrà essere inviato a partire dal 15 aprile 2021 ed entro e non oltre il 15 luglio 2021.

Conclusa la fase di lettura e selezione dei racconti, si darà comunicazione ufficiale dell’esito tramite email entro il mese di settembre 2021.

 

Pubblicazione

I racconti saranno pubblicati, in formato ebook e/o in formato cartaceo a discrezione degli organizzatori, entro la fine del 2021.

Gli organizzatori si riservano il diritto di posticipare le date della comunicazione dei risultati e della pubblicazione.

 

I racconti che perverranno al di fuori della data prevista, non conformi al regolamento o non completi dei dati richiesti non saranno ammessi alla selezione.

La partecipazione alla call implica l’accettazione del presente regolamento e l’autorizzazione dell’autore a pubblicare il racconto da parte di emuse, RISME e FIAF.

 

Scarica la LIBERATORIA

 

Attilio Lauria

(Presidente arteaparte) curatore progetto;

Sara Maria Serafini

(Direttore di RISME), selezione ed editing racconti;

Leonello Bertolucci

(Fotografo, Giornalista), curatela apparato iconografico;

Grazia Dell’Oro

(Direttore Editoriale di emuse), curatela progetto editoriale.

 

 

AUTORI SELEZIONATI 

Cari Autori,

quando abbiamo accarezzato l’idea di lanciare una call per racconti brevi che fossero ispirati da photo trouvée sapevamo di non essere gli unici a subire il fascino legato a questi frammenti di vite realmente accadute, a indugiare in quel perdersi a immaginare che accomuna. Ed è stato emozionante scoprire di essere in tanti, di essersi in qualche modo ritrovati attraverso questo progetto. Vogliamo perciò ringraziarvi per la vostra partecipazione così appassionata, che darà vita a una pubblicazione di grande intensità, e che per la qualità dei testi inviati ci ha messo in grande difficoltà nella selezione.

Gli Autori dei racconti selezionati saranno contattati da Risme per prendere visione dei testi, che sono stati uniformati allo stile editoriale scelto dalla casa editrice e su cui è stato fatto un leggero giro di correzione di bozze, con lievi interventi puntuali dove necessario.

Nel darvi appuntamento alla prossima edizione di “Sfocature”, desideriamo rivolgere a tutti i partecipanti il nostro più affettuoso ringraziamento.

 

Leonilde Abruzzo,

“La fatica di dimenticare”

Massimo Agus,

“A mosca cieca”

Gabriele Ajello,

“Oscuro lucore”

Francesca Romana Camarota,

“Vaso di cristallo”

Fausto Campana,

“Non rimaneva mai solo”

Piera Cavalieri,

“Una vacanza”

Federico Cifani,

“Invito alla danza”

Teodora Dominici

“Colazione coi fantasmi”

Claudia Feleppa,

“La scimmia”

Alessandro Galano,

“Alfonsina”

Stefania Micheli,

“In colonia”

Marina Mongiovì,

Il cardellino”

Pasquale Raimondo,

Io ho un sogno che ancora mi accompagna”

Tiziana Regine,

“L’ultima estate”

Maria Teresa Rovitto,

“Riflessi rotti”

Luigi Salerno,

“Lettera di compleanno”

Francesca Santi,

Eucaristia”

Alice Scuderi,

“Oltre le colline”

Ermanna Serpe,

“Come la madre”

Caterina Villa,

“Ali di rondine”