Apr 22, 2012

Posted | 17 Comments

Face to Face al 6° Convegno Regionale Fiaf Regione Marche

Face to Face al 6° Convegno Regionale Fiaf Regione Marche

 

Face to Face

al 6° Convegno Regionale FIAF
Regione Marche

Come dal programma in Agenda, ieri ed oggi a Senigallia si è svolta il 6° Convegno Regionale FIAF delle Marche al quale ha partecipato il Dipartimento Cultura con la presentazione delle mostre di Franco Fontana Grande Autore FIAF 2011, di Umberto Dolcini Autore dell’anno 2011 delle Marche e con la lettura di Portfolio in modalità Face to Face condotta da Massimo Mazzoli e me.

La partecipazione degli iscritti al Dipartimento Cultura è stata quella prevista dall’elenco posto in Agenda. L’attività si è svolta seguendo puntualmente il programma già esposto nel Post dedicato su questo Blog alla pagina seguente:

http://www.fiaf.net/agoradicult/2012/03/11/il-face-to-face/

Come al solito il resoconto di come si è svolta l’attività viene lasciato ai partecipanti siano essi iscritti o no al Dipartimento Cultura.
Pertanto saranno i Commenti  a raccontarla nei suoi contenuti, nella sequenza con la quale si è svolta, nel clima di dialogo culturale, nel tono della relazione umana che siamo riusciti a raggiungere e quant’altro si vorrà evidenziare per migliorare l’attività stessa.

L’accoglienza entusiasta dei Circoli marchigiani ha messo le ali allo spaesamento nelle letture di Portfolio Face to Face che sono iniziate ricordando i fotografi di Senigallia che hanno tanto influenzato la fotografia italiana del 2° dopoguerra, quali: Giuseppe Cavalli, Mario Giacomelli, Ferruccio Ferroni e Riccardo Gambelli fotografo del MISA che ci ha onorato con la sua presenza.

I lavori sono iniziati con una frase di Ferruccio Ferroni del 1954:

“Nessuno può dirci in che modo un fotografo deve sfruttare la realtà per esprimere un sentimento.”

Che ha dato il garbo all’approccio col quale si sono commetate le opere a Portfolio.


Il prossimo Face to Face è la domenica prossima in Lombardia a Ghedi (BS) con Cinzia Busi Thompson e me:

 http://www.cf-lambda.it/?page=eventi&id=273

Chi ha la possibilità di partecipare non perda l’occasione.


Riflessioni sul percorso comune

uando ci sono delle attività inevitabilmente il lavoro di elaborazione viene momentaneamente interrotto. Vi ricordo che per noi i Post non scadono mai e quindi possono essere ripresi in qualsiasi momento.

Vi informo che dai dati statistici di frequentazione del Blog Agorà Di Cult risulta che a due mesi e mezzo dall’avvio abbiamo giornalmente l’apertura di 700 pagine.

Il Blog Agorà Di Cult ha un archivio che attende ciò che avete già realizzato e i vostri nuovi progetti. Rilancio alcune idee sulle quali potete lavorare:

–         Presentate gli autori che amate, contemporanei o del passato, più o meno noti.

–         Presentate il vostro percorso fotografico, come a hanno già fatto Marco Nicolini e Massimo Bardelli, ponendo in Galleria le vostre fotografie più significative.

–         Esponete con vostre foto e riflessioni il genere fotografico che più amate.

–         Presentate riflessioni su brani di testi che ritenete per voi importanti.

–         Proponente riflessioni su eventi di cultura contemporanea.

–         Ecc…

Proponetemi i vostri progetti e diventeremo i compagni di viaggio gli uni degli altri!

Silvano Bicocchi

Direttore del Dipartimento Cultura

Nonantola, 22/04/2012

  1. Massimo Bardelli says:

    Un’altra gran bella due giorni di fotografia.
    Il Face to Face è stato molto apprezzato dal numeroso pubblico, attento e coinvolto.
    Direi due giorni: ricchi, interessanti, stimolanti, piacevoli.
    Grazie a Silvano e Massimo M. Un’iniziativa ben inserita in un convegno regionale, molto ben organizzato da Roberto e Piergiorgio.
    Sono rimasto molto colpito dalla frase di Ferruccio Ferroni, un frase che ha trovato immediato riscontro nell’approccio tenuto durante le letture di portfolio.
    Massimo Bardelli

  2. Intensa la lettura “face to face”: è una modalità di “scavo profondo” del lavoro presentato in cui vengono ad inserirsi le riflessioni e considerazioni critiche di due lettori che si avvicendano e si mutuano; una ricchezza di risultato impareggiabile! E’di grande soddisfazione per chi presenta il proprio lavoro, per chi legge e per il pubblico che ascolta. Grazie a Silvano Bicocchi e ai due lettori che si sono avvicendati al suo fianco – Massimo Mazzoli e Massimo Bardelli – per averci mostrato le grandi potenzialità di una lettura incrociata!
    Un grazie speciale a tutti gli amici marchigiani che ci hanno accolto con grande ospitalità; poterci intrattenere con voi è stata una grande lezione ricca di contenuti e umanità.

  3. Cinzia Ceccarelli says:

    Partecipare alla lettura Face to Face è stata una esperienza molto positiva. Finalmente sono riuscita a seguire tutti gli interventi degli autori e dei lettori senza i limiti imposti dal tavolo. La combinazione di duplice lettura si è svolta in un clima di giusto equilibrio ed ha consentito un confronto immediato delle considerazioni espresse da ciascun lettore. Due giornate piacevoli, dove alla lettura delle immagini, alla lezione teorico-pratica che ne è scaturita (tra l’altro utilissima), ha fatto da cornice il coinvolgimento del pubblico, particolarmente interessato a questa modalità di vedere la fotografia. Cinzia Ceccarelli

  4. Teofilo CELANI says:

    Un grande lavoro di gruppo.
    Un autentico colpo d’ala culturale che ci ha consentito di gettare il cuore oltre la siepe.
    Ad maiora.

  5. Ivano Quintavalle says:

    Grande dispiacere non esserci stato sabato, ma sicuramente ho recuperato domenica, è stata una bellissima giornata di fotografia, culminata con il Face to Face dove si è potuto apprezzare questo modo di fare lettura dove tutti sono stati attenti è coinvolti dall’ascolto dei due magnifici lettori che hanno espresso equilibrio e data comprensione a tutti, un modo molto valido che riesce a coinvolgere e far comprendere modalità diverse di fare fotografia.

  6. Antonella Renzi says:

    Giornate intense e molto costruttive per una maggiore crescita di una cultura della fotografia nella nostra regione.
    Ringrazio Silvano Bicocchi e Massimo Bardelli per le belle parole regalatemi nella lettura del mio lavoro
    E ringrazio tutta l’organizzazione Roberto Cirilli e tutti gli altri per lo sforzo fatto per rendere possibile tutto questo.
    Ben vengano altre giornate / letture / incontri / seminari come questi , le attendiamo con ansia magari senza dover aspettare il prossimo anno.
    Antonella Renzi

  7. Pino Valgimigli says:

    Altre due grandi giornate di cultura e di relazioni umane! Ero presente a Senigallia solo nella giornata di domenica e m’è dispiaciuto non aver potuto “vivere” l’intera manifestazione. Innanzitutto ringrazio gli amici marchigiani da Roberto Cirilli a Massimo Mazzoli, a Massimo Bardelli e altri che, come sempre, sono stati impeccabili nell’organizzazione, nell’esposizione delle mostre di Franco Fontana, di Umberto Dolcini autore dell’anno Fiaf della Regione Marche e dei Circoli fotografici marchigiani; il clou della manifestazione è stato sicuramente il Face to Face, questo nuovo modo di leggere i portfoli che, grazie a Silvano Bicocchi, a Massimo Mazzoli ed a Massimo Bardelli hanno coinvolto il folto pubblico presente. Il Face to Face non è solo una lettura portfolio fatta da due persone ad un autore, ma diventa un arricchimento culturale per tutti, che offre tanti spunti di riflessione e di stimolo progettuale.

  8. “nessuno può dirci in che modo un fotografo deve sfruttare la realtà per esprimere un sentimento… un artista non inventerà mai nulla obbedendo ai canoni artificiosi di una scuola, o imitando forme ed espressioni derivate dal pensiero di altre epoche”
    Questa frase di Ferruccio Ferroni è da anni riportata sulla home page del mio sito di fotografia; potete immaginare la soddisfazione nel sentirla citare da Silvano nel FaceToFace di domenica.
    Ritengo che questo concetto debba essere alla base di qualsiasi forma di espressione artistica.
    Mi è sembrato di poter cogliere proprio questa caratteristica nei lavori visti a Senigallia, modi personali di raccontare storie, emozioni, pensieri, con grande sensibilità e anche professionalità.
    Evidentemente i solchi tracciati da Silvano, Massimo e da tutti i protagonisti Fiaf delle Marche stanno dando buoni frutti.
    Quindi un grazie che, partendo dai due sopra citati, coinvolge tutti quelli che hanno dato e continuano a dare un contributo a questa crescita collettiva, artistica ma anche umana.

  9. Roberto Cirilli says:

    Purtroppo non ho potuto partecipare attivamente alla lettura, dovendo adempiere ai miei compiti organizzativi, l’ho solo vista a tratti e troppo spesso di sfuggita. Ma vorrei raccontare un episodio a mio avviso emblematico, il sabato, appena iniziate le letture mi si avvicina un ragazzo, mi chiede se può far vedere due o tre foto, gli rispondo che basta che ha pazienza e sicuramente al termine della serata Silvano le avrebbe visionate. Dopo la prima lettura ritorna e mi dice che va un salto a casa recupera alcuni file e poi ritorna. Quando siamo quasi alla fine della serata arriva tutto di corsa, non solo aveva recuperato i file, era andato anche dal fotografo a stamparli e ha fatto la sua lettura. Questo ragazzo si chiama Mirko Silvestrini, credo che lo rivedremo e sentiremo anche parlare di lui, ha entusiasmo da vendere.

    • Antonella Renzi says:

      Mirko Goditela tutta e facci vedere di cosa sei capace con i tuoi colori … i colori saranno la tua salvezza dal grigio delle corsie dell’ospedale
      ” … sei o non sei un americano 😉 ” …
      Antonella Renzi

  10. Maria Nives says:

    Ringrazio Bicocchi e Mazzoli per la sensibilità con la quale hanno accolto e dato lettura del mio portfolio, il pomeriggio passato insieme è stato un momento molto importante per la mia crescita culturale come fotografa e come individuo.
    Complimenti a Bardelli per l’organizzazione come sempre perfetta e alla Pro Loco di Senigallia della quale sono socia. Ringrazio anche tutti gli amici del Foto Club di Pesaro del quale faccio anche parte e che mi sono stati vicini.

  11. Alberto Polonara says:

    Primo portfolio, primo impatto con la critica diretta e pubblica, una esperienza formativa e piacevole, come piacevole è stato farsi commentare da Bicocchi in un modo così approfondito, diretto e allo stesso tempo, dolce.
    Grazie a tutti

  12. Maria Nives says:

    In particolare voglio ringraziare Roberto Cirilli, sempre attento e gentile verso tutti e che con le sue mail ci tiene tutti in contatto.

    • Roberto Cirilli says:

      Ringrazio di cuore,
      ma per quanto riguarda il convegno, il mio apporto organizzativo è stato molto limitato, bisogna ringraziare a Piergiorgio Moretti, senza di lui non si sarebbe fatto nulla.

  13. Sono venuta alla manifestazione solo domenica, ma in tempo per apprezzare l’organizzazione e, soprattutto, la lettura”face to face” in questa nuova modalità. Un grazie sentito a Silvano Bicocchi e a Massimo Mazzoli che con le loro considerazioni e riflessioni mi hanno coinvolta ed arricchita. Quanto ho sempre da imparare!!
    Rosella Centanni

  14. Stefania Ronchini says:

    Sabato ho presentato il mio primo portfolio della mia vita in extremis, ero l’ultima e non in lista: è stato molto emozionante coinvolgente e entusiasmante, ringrazio Bicocchi per la critica positiva che ha dato alla mia serie fotografica. Un grazie anche a tutta l’organizzazione: l’impatto presentazione autore-critica-pubblico è molto forte

  15. Alessandro Orciani says:

    Ho partecipato all’iniziativa in qualità di spettatore, sia sabato che domenica. Penso che la formula “face to face” scelta per la lettura del portfolio sia molto interessante, poichè permette anche al pubblico partecipante, oltre all’autore dell’opera, il massimo coinvolgimento nell’analisi e giudizio dei due lettori. Inoltre il doppio intervento immediato degli stessi permette una compensazione di valutazione la quale soprattutto sabato è sembrata un poco sbilanciata in eccesso, benchè la presenza di un folto pubblico richieda un approccio di lettura più ponderato. Valuto la soluzione “face to face” un utile strumento da affiancare alla lettura al “tavolo”, in modo tale che l’autore possa assimilare le differenti esperienze di giudizio e trarne il meglio per la propria crecita artistica.
    Mi complimento con Silvano Bicocchi e Massimo Mazzoli per le loro spiccate capacità di analisi, sintesi e stimolo espresse in questi due piacevoli giorni. Ringrazio gli autori dei lavori, che hanno voluto mettersi in gioco in una soluzione inconsueta. Un ringraziamento finale agli organizzatori che hanno realizzato l’iniziativa all’altezza delle aspettative.
    Alessandro Orciani

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.