Advertisement
Apr 12, 2018

Posted | 5 Comments

OGGI COME IERI – di Gigi Montali

OGGI COME IERI – di Gigi Montali

.

.

.

.

.

.

 

La vita in campagna, non è facile e ancor di più se la fattoria è in zona collinare, nel portfolio ho cercato di cogliere con poche immagini questa realtà che ha un forte legame con il  passato.

Inizia  come azienda agricola dai nonni,  ora trasformata in agriturismo dai nipoti.

Vedere madre e figlia che lavoravano in questa realtà con l’aiuto del fidanzato mi ha spinto a fare questo mini racconto dell’azienda agricola, dove gli animali ricoprono un ruolo fondamentale nell’economia dell’azienda.

In queste realtà famigliari i rapporti sono veri e basati sono solide fondamenta, i due sorrisi dei ragazzi dimostrano come si può vivere felici al di fuori delle città!

 

Opera prima classificata ex equo al 8° PhotoHappening – Set Simposio 2018 di Sestri Levante (Ge)

 

“OGGI COME IERI”

di Gigi Montali

 

 

  1. Antonio Desideri says:

    Soprattutto vedo gesti antichi, anche dove sembrerebbero non esserci: in un canapo consunto, in un tronco tagliato, persino in un salume. Si vede una luce tenue, che accarezza prima ancora di “scrivere”. Si vede una sensibilità e una delicatezza che sanno tenere insieme proprio la foto di ieri con quelle di oggi. Complimenti.

  2. Complimenti Gigi per questo lavoro in linea con quanto richiesto per il progetto nazionale.

  3. Massimo Pascutti says:

    Gesti antichi per una realtà fatta di silenzi,di lavoro e di duri sacrifici, ma vissuti con felice partecipazione, in un’epoca in cui la fretta e l’omologazione di massa sembrano soffocarci. In queste fotografie, composte con sapiente maestria da Gigi, i gesti e i particolari senza tempo ci spingono ad una serena meditazione su quanto la terra potrebbe aiutare questa società malata.
    Grazie Gigi per questa bella testimonianza!

  4. Valeria Cremaschi says:

    Compolimenti Gigi. Mi avevano parlato di questo progetto ed ero molto curiosa. Vedo in questi scatti un occhio molto attento, sensibile, delicato. Con pochi scatti credo che tu sia riuscito a trovare la giusta strada per il tuo racconto e accompagnarci in questo mondo così vicino ma allo stesso tempo lontano dal noi.
    Grazie per aver condiviso il tuo progetto con noi.
    Valeria

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.