Set 29, 2019

Posted | 16 Comments

INVISIBILE – Mostra di “Donne Fotografe”, a cura di Antonella Monzoni

INVISIBILE – Mostra di “Donne Fotografe”, a cura di Antonella Monzoni

 

 

Cronache Di Cult FIAF

 

 

 

 

 

INVISIBILE – Mostra di “Donne Fotografe”
– a cura di Antonella Monzoni

Modena, Italy, September 2019.

L’associazione DONNE FOTOGRAFE – Italian Women Photographers’ Association, nata alla fine del 2017, è stata selezionata per esporre i lavori delle socie al Festival di Filosofia di Modena del 2019, incentrati sul tema di quest’anno: Persona, da noi declinato come Invisibile.

è un tema che ci appartiene sia come donne che come fotografe, dato che ripercorrendo la storia della fotografia e i movimenti culturali che l’hanno contraddistinta, è impossibile non constatare che le donne vi hanno partecipato attivamente, anche se troppo spesso sono state ignorate o offuscate dalla fama di partner famosi, quasi fossero persone di serie B.

Dopo più di cent’anni di pressoché totale invisibilità, attualmente sono tantissime le donne che hanno scelto la fotografia come professione e come mezzo espressivo non solo in Europa e negli USA, nazioni in cui la fotografia si è affermata come arte autonoma sin dalla sua nascita. La vera novità infatti è che in America Latina, Asia, Africa e Oceania sono davvero numerose le donne che hanno deciso di utilizzare la fotocamera per affermare la propria visione del mondo, che coincide con una grande conquista: avere fiducia in se stesse e nel proprio modo di vedere.

Penso che sia questo il motivo che ha spinto molte a scegliere la fotografia per raccontare storie personali o collettive, non limitandosi a parlarne nel privato ma per dire il proprio parere sul mondo, emergendo dall’invisibilità e, contemporaneamente, facendo uscire dall’anonimato persone a cui non è attribuito peso nella storia, e portando alla luce sentimenti e sensazioni interiori che attraverso la fotografia prendono corpo fuori dal contesto strettamente privato.

è un lavoro che finalmente noi donne abbiamo deciso di fare perché da generazioni abbiamo sperimentato in prima persona che ciò che è invisibile non per questo è inesistente.

Patrizia Pulga

Presidente di Donne Fotografe

Modena, Italy, September 2019.

INVISIBILE

Il tema scelto per questa mostra è l’invisibilità della persona, che in molti casi corrisponde alla non-persona, l’essere al quale non è riconosciuto lo statuto di individuo responsabile, titolare di determinati diritti e do­veri. La non-persona è l’uomo o la donna a cui si toglie la personalità, l’individuo spogliato dei suoi diritti umani e civili: homeless, migranti, extracomunitari, anziani malati di Alzheimer, donne maltrattate o sole, adolescenti insicure, combattenti e martiri della resistenza, madri di figli scomparsi, disabili ed estromessi dal mondo del lavoro. Le fotogra­fie esposte non sono solo sono il risultato della capacità tecnica delle fotografe e dell’abilità a scegliere le inquadrature, ma sono soprattutto il risultato di una predisposizione al racconto, in modo che il soggetto fotografato, la persona – che può essere un ritratto, ma anche un gesto delle mani, un vestito, una sedia, un giaciglio – ci permetta di vedere la storia di una vita intera. Ecco allora che intorno alle fotografie si è vo­luto costruire una lettura che mescola insieme termini personali, politici, drammatici, quotidiani, etici e storici.

Maura Pozzati

Galleria Foto

Altri contenuti

  1. Il Direttore says:

    Solo la passione di Barbara Armani (Sestri Levante) ha permesso a questo post di essere pubblicato con questa veste editoriale molto curata che ben risolve la difficoltà nel dare ogni informazione di questa mostra importante, che ha riscosso molta attenzione al Festival della Filosofia, svoltosi recentemente a Modena.
    Una passione quella di Barbara che si somma a quella di Antonella Monzoni che ci ha fornito tutti gli elementi che hanno consentito questa presentazione.

    Non conoscevo l’associazione “Donne Fotografe” che subito mi ha ricordato la scuola di fotografia “Donna fotografa” di Giuliana Traverso, fondata nel 1968.
    Il titolo della mostra è una interpretazione del tema del Festival della filosofia “Persona” declinato al femminile.
    Con “Invisibile” le fotografe hanno rappresentato il ruolo della donna in diverse realtà del mondo, mostrando che tuttora continua ciò che è avvenuto nel passato: il processo di occultamento di ciò che le donne significano e fanno nella società.

    Troverete nei file (pdf) tutti i contenuti per conoscere le storie che le foto rappresentano, e il pensiero che anima questa nuova Associazione che ho l’impressione sia nata dall’aggregazione di un’ampio pluralismo di pensiero e da fotografe di grande esperienza.
    Nel mio percorso fotografico ho contribuito alle monografie FIAF del fotografo dell’anno di Giuliana Traverso (2000), Antonella Monzoni (2010) Stefania Adami (2018), ed è con vivo piacere che accogliamo su Agorà Di Cult questo evento e ci complimentiamo per la sua splendida realizzazione.

  2. Ottimo articolo che ha dato spazio a tutte noi scegliendo di pubblicare tutte e foto esposte. La mostra sarà in esposta anche al Quadriportico dell’Archiginnasio di Bologna dal 16 al 29 novembre con inaugurazione sabato 16 . Ulteriori dettagli più avanti. Grazie ancora per l’attenzione riservataci.

  3. Un grazie infinito a AgoràDiCult per questa pubblicazione così completa: tutte le fotografie esposte e i testi correlati! What else? 🙂
    INVISIBILE è un progetto speciale, che tocca tante corde, tutte le Invisibilità del mondo! E’ stata una grande prova per l’ASSOCIAZIONE DONNE FOTOGRAFE (www.donnefotografe.org), prova però ampiamente ripagata da più di 2.700 persone che hanno visitato la mostra nelle tre giornate di Festival Filosofia a Modena, che hanno dedicato tempo a leggere tutte le storie che accompagnavano le immagini, che si sono commosse e complimentate con le autrici presenti E che hanno richiesto il catalogo esaurito già dal secondo giorno. Ora siamo in ristampa ed è nuovamente disponibile, lo si può richiedere a: info@donnefotografe.org. E INVISIBILE prosegue il suo percorso, a Novembre dal 16 al 29 a Bologna, nel centralissimo e prestigioso Quadriportico dell’Archiginnasio. Grazie a Silvano Bicocchi e a tutto lo staff!

  4. GRAZIE! Bellissima idea quella di pubblicare tutte le foto. Aspettiamo Silvano Bicocchi anche a Bologna: l’inaugurazione è sabato 16 novembre. Seguirà invito.

  5. Grazie ad AGORÀDICULT per il bell’articolo che contribuisce a rendere la nostra associazione e il nostro progetto VISIBILE.

    Fulvia Pedroni Farassino

  6. Patrizia Riviera says:

    Sono stata allieva di Giuliana Traverso ed ora faccio parte di Donne Fotografe. Volevo anch’io ringraziarla per lo spazio che ci ha dedicato nella sua rubrica. E’ il massimo che potevano desiderare. Grazie di cuore!

  7. Grazie mille AgoràDiCult per aver scritto questo articolo su INVISIBILE, un progetto nato all’interno dell’Associazione Donne Fotografe, la prima in Italia, che è stato presentato all’interno della 19a edizione del Festival di Filosofia di Modena.
    INVISIBILE raccoglie le 32 storie, ognuna molto potente, che le 32 fotografe dell’Associazione hanno voluto raccontare per declinare il tema dell’invisibilità.
    Sono storie forti, stampate su un tessuto leggero, che vola come panni tesi: una rappresentazione simbolica del cuore e della sensibilità delle donne.

  8. Grazie dell’articolo e dell’attenzione

  9. margherita Verdi says:

    grazie per l’attenzione alla mostra “Invisibile” dell’Associazione Donne Fotografe e per aver pubblicato il alvoro di ciascuna di noi!!
    Margherita Verdi

  10. orietta bay says:

    Complimenti a tutte le “Donne Fotografe” per il buon lavoro, per il progetto importante e di valore ed auguri per il percorso che ancora le aspetta e i mille successi da raccogliere.
    Mi fa piacere che, oltre al Direttore Silvano Bicocchi, Patrizia Riviera abbia ricordato Giuliana Traverso. E’ importante riconoscere che fondando la prima ed unica scuola di fotografia riservata alle donne Giuliana Traverso sia stata lungimirante e che la scuola “Donna Fotografa” si possa considerare punto di partenza per molto di quello che oggi, con gioia, possiamo constatare. Mi piace anche ricordare che la stessa Giuliana Traverso con la formazione, dagli anni 90, del “Team Donna Fotografa”, composto da un gruppo di ex allieve, che tanti progetti ha realizzato, esponendoli in spazi prestigiosi, anche in quel caso sia stata una pioniera.
    Ancora congratulazioni.
    Orietta Bay

  11. Un grande grazie per averci reso più “Visibili” con il vostro bel post che ha dato
    spazio a tutte noi!

    Marzia Malli

  12. Grazie per aver dato spazio alla mostra “Invisibile”, progetto proposto dall’Associazione Donne Fotografe, presentato all’interno della 19a edizione del Festival di Filosofia di Modena.
    Essere presenti al Festival ha dato luce alle storie che raccontiamo con le nostre fotografie e il vostro articolo ci permette di diffonderle ad un nuovo pubblico.

  13. che bello esserci ed essere
    grazie

  14. Marianna Cappelli says:

    grazie per l’attenzione e l’entusiasmo con cui avete accolto il nostro progetto.

  15. Anch’io ci tenevo a dire grazie per lo spazio che avete dedicato al nostro progetto, un contributo a rendere “visibili” anche le storie che raccontiamo senza le quali non ci sarebbero le immagini della mostra…

  16. Anche da parte mia GRAZIE per aver dato visibilità al nostro fare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.